rotate-mobile
Martedì, 28 Novembre 2023
Droga e arresti / Centro Storico / Via Artigianelli

Vedono uno strano viavai ai giardinetti e chiamano la polizia: arrestato spacciatore

Nei guai è finito anche un complice, trovato con quasi mille euro in contanti in tasca

Ancora un arresto per droga ai giardinetti degli Artigianelli a Monza. La polizia ha arrestato uno spacciatore e denunciato un altro uomo grazie alla segnalazione di alcuni cittadini che hanno notato movimenti sospetti nell'area verde a due passi dal centro e hanno richiesto l'intervento delle volanti della questura.

I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di martedì 6 settembre. Intorno alle 14 alcuni cittadini hanno segnalato un viavai insolito dai giardinetti e sul posto sono intervenute una volante della questura impegnata in un servizio di controllo e le due pattuglie dei motociclisti della polizia “Nibbio”. All'arrivo degli agenti un ragazzo ha lanciato via, dietro una siepe, un panetto di hashish. Il giovane è stato bloccato e arrestato: si tratta di un 22enne di origine marocchina che si è disfato di 85 grammi di droga. Irregolare e con precedenti specifici ora dovrà rispondere del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Poco dopo i poliziotti hanno rintracciato anche il complice e una cliente, una ragazza che poco prima aveva acquistato la droga. 

Il complice, un 37enne cittadino marocchino, anche lui irregolare sul territorio, aveva addosso quasi mille euro in contanti, probabile provento dell'attività di spaccio. Per il 37enne è scattata una denuncia.

"Il questore della provincia di Monza e della Brianza, vista l’irregolare presenza dei due stranieri sul territorio, e in considerazione del fatto che, nonostante la pur breve permanenza in Italia, gli stessi si erano fin da subito dedicati all’illecita attività di spaccio, ne ha tempestivamente disposto l’immediata espulsione dall’Italia" spiegano dagli uffici di via Montevecchia.

I due uomini, grazie ai posti messi a disposizione dalla Direzione Centrale per l’Immigrazione, sono stati accompagnati presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri di Torino dove saranno trattenuti per il tempo strettamente necessario all’organizzazione del loro rimpatrio nel paese di origine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vedono uno strano viavai ai giardinetti e chiamano la polizia: arrestato spacciatore

MonzaToday è in caricamento