Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Pusher della "cascina" in manette: debellato un giro di cocaina ed eroina a Bellusco

L'arresto per il 28enne è scattato lunedì a Milano

Non timbrava il "cartellino" ma aveva orari rigidi come se fosse in ufficio. Anzichè a una scrivania però il pusher di Cascina Camuzzago lavorava dietro i cespugli, nell'ombra, uscendo solo per rapide cessioni di droga ai clienti che lo raggiungevano. 

Un marocchino di 28 anni, con diversi precedenti alle spalle, è stato arrestato lunedì sera a Milano in viale Cermenate dai carabinieri della stazione di Bellusco che hanno portato alla luce il giro di spaccio che aveva messo in piedi in Brianza. I militari lo avevano fermato una prima volta l'11 febbraio 2016 quando durante un'operazione nell'area boschiva avevano sorpreso il pusher cedere una dose di cocaina a un acquirente.

Quella denuncia però non aveva scoraggiato il 28enne che aveva deciso di non rinunciare ai suoi affari. Nemmeno i carabinieri però avevano smesso di pattugliare l'area e controllare i movimenti del pusher che  aveva messo in piedi a Cascina Camuzzago una fiorente attività di spaccio di cocaina e eroina. Dalle 10 alle ore 20 era un continuo viavai di clienti e tossici che si rifornivano dall'uomo che, ogni giorno, si assentava soltanto intorno alle 17, orario in cui si allontanava per rientrare a Milano per adempiere all'obbligo di presentazione alla p.g. disposto alle ore 18 presso la stazione carabinieri di Gratosoglio. 

L'arresto adesso ha messo definitivamente fine agli "affari" del 28enne che si trova in carcere a San Vittore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pusher della "cascina" in manette: debellato un giro di cocaina ed eroina a Bellusco

MonzaToday è in caricamento