Cronaca Villa Reale

Due arresti per spaccio a Monza: pusher fermati da agenti "runner"

L'operazione nei giardini della Villa Reale mercoledì pomeriggio

Dopo due denunce fioccate martedì in seguito a un servizio di controllo e di contrasto allo spaccio di stupefacenti nei giardini della Villa Reale di Monza mercoledì sono arrivati anche due arresti.

Si tratta del secondo episodio della saga che ha visto impegnati gli agenti del commissariato di viale Romagna in un'operazione contro lo spaccio di droga.

A finire in manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio in concorso sono stati due marocchini di 36 e 35 anni, con numerosi alias, entrambi irregolari sul territorio. Per pizzicare in flagranza di reato i due pusher gli uomini della polizia di stato si sono calati nei panni dei "runner" e hanno indossato la tuta da jogging. Senza dare nell'occhio per ore hanno osservato i due soggetti cedere la sostanza stupefacente a diversi acquirenti e alla fine sono entrati in azione.

Guarda le foto.

I due avevano nascosto un panetto di hashish tra le foglie nei pressi della panchina dei giardini dove avevano improvvisato il loro "negozio". 

Dei due marocchini uno è già noto alle cronache locali perchè protagonista a giugno di una sanguinosa aggressione a un connazionale alle Grazie Vecchie: in quell'occasione aveva ferito alla gola con un cacciavite un uomo per un regolamento di conti sempre legato a questioni di droga.

A conferma della tendenza a deliquere e a reiterare il reato gli agenti del commissariato di Viale Romagna hanno raccolto la testimonianza di uno degli acquirenti dei due pusher che ha confermato di aver acquistato circa 25 dosi di hashish per un totale di 250 euro tra il 2013 e il 2014, affermazioni che al 36enne sono valse oltre all'arresto anche una denuncia per continuazione nel reato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due arresti per spaccio a Monza: pusher fermati da agenti "runner"

MonzaToday è in caricamento