Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Arrestato a Monza lo spacciatore coinvolto in "Baby park"

L'uomo faceva parte della banda sgominata nel 2012 dalla Questura lecchese. Ora dovrà scontare sette anni di carcere

E' stato arrestato a Monza dalla Polizia di Lecco il 28enne marocchino al centro dell'indagine "Baby Park", che nel 2012 aveva smantellato una centrale di spaccio attiva lungo la Statale 36. 

Abdessamad Mhijir, pregiudicato, irregolare sul territorio italiano, era uno dei pusher che nel 2012 si erano trovati al centro dell'indagine "Baby park" della Questura di Lecco. L'uomo faceva parte di una gang che aveva monopolizzato le piazze della droga sulla Statale 36 fra Lecco e Nibionno. Il 28enne è stato rintracciato dopo una settimana di pedinamenti e appostamenti nelle zone con maggior afflusso di nordafricani presenti nel comune di Monza. 

I poliziotti lecchesi hanno fermato Mhijir mentre si stava dirigendo a piedi in centro città: una volta condotto in Questura, dagli accertamenti è emerso come nei suoi confronti fossero già state emesse condanne per reati di droga, ma anche contro il patrimonio e la persona, per fatti commessi fra il 2006 e il 2016.

L'arrestato è stato quindi portato al carcere di Pescarenico per scontare una pena complessiva di 7 anni e 7 mesi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato a Monza lo spacciatore coinvolto in "Baby park"

MonzaToday è in caricamento