rotate-mobile
Cronaca

Stuprata in spiaggia, la polizia arresta il violentatore

Dopo cinque giorni di task force gli agenti della Squadra Mobile di Rimini hanno assicurato alla giustizia un altro uomo responsabile di violenza sessuale. Il violentatore aveva abusato di una giovane residente alle porte della Brianza

Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini hanno arrestato un altro uomo responsabile di violenza sessuale.

Giovedì mattina, grazie alla task force messa in campo dalla Polizia di Stato, il cerchio si è stretto attorno al presunto responsabile dello stupro di una ragazza di 20 anni la notte di Ferragosto. La giovane, residente alle porte di Monza, aveva sporto denuncia in seguito all'accaduto la mattina successiva all'episodio.

In manette è finito un ragazzo di 27 anni di origine senegalese residente in Piemonte.

"La ragazza" spiegano dalla Polizia di Stato "era in spiaggia alla ricerca dei suoi compagni di viaggio per rientrare insieme in albergo dopo aver trascorso la serata ad una festa. Sulla spiaggia, intorno alle 5 di mattina, la vittima ha incontrato un ragazzo di colore che, dapprima gentile poi insistente, l'ha trascinata tra le cabine di uno stabilimento balneare violentandola. Le urla della donna hanno messo in fuga il violentatore. In suo aiuto sono arrivati dei passanti che l'hanno soccorsa".

Grazie alla descrizione fornita dalla vittima che aveva pralato di un giovane "alto, snello e con le treccine ai capelli" le ricerche si sono diramate in tutta la provincia e dopo aver individuato una serie di sospetti, la Squadra mobile di Rimini ha fermato il presunto responsabile.

In seguito al fermo, la vittima ha effettuato il riconoscimento del ragazzo in commissariato a Monza attraverso un album di foto fornitole dai poliziotti all'interno del quale ha riconosciuto quella del suo stupratore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stuprata in spiaggia, la polizia arresta il violentatore

MonzaToday è in caricamento