Terrorismo, arrestato un pakistano che si nascondeva in Brianza

Le manette per il 24enne sono scattate nell'ambito dell'operazione condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo e del Ros, su disposizione della Dda di Bari. Si era nascosto in Brianza ed è stato rintracciato a Milano

Una delle fotografia trovate all'interno di uno dei cellulari dei presunti terroristi

Aveva intuito di avere addosso i sospetti degli inquirenti e aveva deciso di scappare via, fuggendo da Bari per raggiungere la Brianza. E' stato arrestato a Milano, nei pressi di Porta Romana, il presunto terrorista pakistano Zulfiqar Amjad di 24 anni che qualche giorno fa si era allontanato dalla Puglia e aveva trovato rifugio presso alcuni connazionali in Brianza, a Cesano Maderno.

Le manette per il 24enne sono scattate nell'ambito dell'operazione condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo e del Ros, su disposizione della Dda di Bari che ha portato al fermo di tre presunti terroristi (due sono ancora ricercati) sospettati di progettare attentati in Italia sorpresi con foto di possibili obiettivi sensibili nei loro telefoni cellulari. 

Secondo gli investigatori i presunti terroristi avrebbero "mappato" i possibili bersagli di azioni terroristiche a Bari ma anche in altre città italiane ed europee. Nel caso specifico del 24enne pakistano però l'accusa è quella di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini sono state avviate dal Nucleo Investigativo e dalla Sezione Anticrimine di Bari il 16 dicembre 2015, quando una pattuglia della Compagnia di Bari S. Paolo, durante un normale controllo, notò e fermò quattro cittadini afgani (due dei quali muniti di permesso di soggiorno, gli altri richiedenti asilo politico e domiciliati presso il Cara di Bari), mentre erano intenti ad effettuare riprese all'interno di un centro commerciale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento