menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accerchiato fuori da villetta da tutta la famiglia e accoltellato, 24enne arrestato per tentato omicidio

I carabinieri della stazione di Bernareggio hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di tentato omicidio per il giovane che sferrò una coltellata durante una rissa lo scorso settembre

Ha suonato il campanello di una villetta di via Marco Polo, nella zona residenziale di Bernareggio, per chiedere chiarimenti su un'aggressione di cui sarebbe stato vittima il fratello la sera prima alle Torri Bianche, nei pressi di un locale. E che avrebbe visto coinvolto insieme ad altre persone proprio uno dei componenti della famiglia. Ma in pochi istanti si è ritrovato accerchiato dal padre e dai due figli, uno dei quali con un coltello in mano. E la rissa è presto finita nel sangue con il giovane, 27 anni, che è stato trasferito in codice rosso all'ospedale Niguarda di Milano con una profonda ferita al fianco sinistro. 

Ora i carabinieri della stazione di Bernareggio hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un ragazzo di 24 anni, A.F., che dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio aggravato, rissa in concorso e porto abusivo di coltello.

La rissa e le coltellate

Nel tardo pomeriggio dello scorso 11 settembre quando la vittima si è presentata fuori dalla villetta insieme a un amico 23enne in pochi istanti è stato accerchiato da tutta la famiglia e fuori da casa sono usciti il padre 50enne e i due figli di 24 e 22 anni. E' stato il coltello da cucina impugnato da uno dei due - con una lama di 14 centimetri poi rinvenuto e sequestrato dentro casa dai carabinieri immediatamente intervenuti sul posto - a provocare le ferite al giovane a cui è stato anche perforato un rene durante l'aggressione. Per sfuggire ai colpi il 27enne è scappato via, correndo verso la recinzione di una villetta vicina dove avrebbe chiesto aiuto e cercato rifugio. Proprio scavalcando la cancellata sarebbe caduto rovinosamente a terra e si sarebbe provocato delle fratture al piede. Sul posto erano intervenuti i carabinieri e i mezzi di soccorso del 118 con ambulanza ed elisoccorso.

Le indagini e l'arresto

Le indagini dei militari dell'Arma erano partite subito e poche ore dopo i carabinieri avevano fatto scattare cinque denunce per rissa aggravata. Al termine delle indagini il sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Monza ha avanzato al gip del Tribunale di Monza la richiesta di misura cautelare nei confronti del 24enne che ha impugnato il coltello e sferrato il colpo quasi mortale. Il ragazzo, già nel mese di ottobre, era stato raggiunto da un provvedimento cautelare per atti persecutori nei confronti dell’ex ragazza. Ora si trova in carcere e dovrà rispondere delle accuse di tentato omicidio aggravato, rissa in concorso e porto abusivo di coltello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento