Cronaca

Agguato sull'autostrada A1, assalto a un portavalori della Battistolli

Ancora una volta bersaglio di un commando è stato uno dei furgoni blindati dell'azienda di Paderno Dugnano: la rapina è fallita perchè il conducente del mezzo è riuscito a schivare l'imboscata e raggiungere Milano

Nella mattinata di giovedì 27 novembre un commando di rapinatori ha assaltato, intorno alle 6.30 all'altezza di Pieve Fissiraga (Lodi), al chilometro 34, un furgone portavalori che viaggiava sull’autostrada A1 Milano-Napoli.

Si tratta di un furgone blindato dell'azienda Battistolli di Paderno Dugnano che viaggiava scortato da due automobili: il portavalori è riuscito a resistere alla rapina e il conducente è riuscito ad arrivare a Milano.

I malviventi hanno messo in atto un piano criminale studiato nei minimi dettagli, disseminando chiodi sull'autostrada per bloccare il traffico e dando fuoco a due mezzi pesanti.

Di fronte al fallimento dell'impresa il commando formato da circa una ventina di uomini si è poi dileguato a bordo di un'auto.

Per mettere a segno il colpo si erano dotati di materiale esplosivo e armi pesanti.

Il tratto autostradale in cui è avvenuta la rapina è sorvegliato da diverse telecamere: le forze dell'ordine sono già al lavoro per visionare e vagliare le immagini così da risalire agli autori del gesto.

Società Autostrade ha chiuso il tratto tra Lodi e Piacenza Nord in entrambi i sensi di marcia per diverse ore dopo accaduto e si sono verificate lunghe code in entrambe le direzioni.

Nell'aprile 2013 è stato sempre un furgone blindato della Battistolli di Paderno Dugnano lungo l'autostrada dei Laghi a finire nel mirino dei rapinatori. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato sull'autostrada A1, assalto a un portavalori della Battistolli

MonzaToday è in caricamento