menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sospeso (per ora) il taglio dei bus in Brianza

Servizi invariati fino al 28 febbraio, in attesa delle decisioni di Regione Lombardia e del Governo

Gli autobus in Brianza sono salvi. Almeno per ora. Sospiro di sollievo per i migliaia di utenti che rischiavano di restare a piedi dal 1 febbraio 2017 a causa della soppressione delle due linee di autobus Z225 e Z227.

Dopo l'incontro con i rappresentanti dell’Agenzia del Trasporto Pubblico tenutosi nella mattinata di lunedì a Milano il presidente della Provincia di Monza Gigi Ponti ha ottenuto un’ulteriore proroga di un mese, fino al 28 febbraio 2017, in attesa di conoscere le decisioni di Regione Lombardia e del Governo sulla possibilità di attribuire risorse aggiuntive “non strutturali” per finanziare il trasporto pubblico, sia in Brianza sia nella Città Metropolitana.

“Abbiamo dato mandato all’Agenzia di chiedere un confronto urgente con il Presidente della Regione, in modo da poter assumere decisioni definitive entro la metà di febbraio e varare insieme un piano di ottimizzazione omogeneo sia per Monza, sia per Milano”, riassume il Presidente Gigi Ponti, dopo aver tentato ogni misura possibile per salvare in extremis i bus in Brianza.

Per non procedere con la soppressione già annunciata delle linee z225 e z227 e con la riduzione delle percorrenze per circa 750.000 Km/anno mancano all’appello 1,8 milioni di euro per il 2017, solo in Brianza.

Domenica mattina, fuori dalla sede di via Grigna, i pendolari hanno manifestato contro la decisione e la soppressione del servizio e la mobilitazione per evitare che si proceda con i tagli agli autobus in Brianza continua. Intanto proseguono anche le petizioni oragnizzate da cittadini, associazioni e comuni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento