Cronaca

Stop burocrazia: parte l'Autorizzazione unica ambientale

Inizia l'attività lo sportello unico per le attività produttive, un servizio realizzato da Provincia e Camera di commercio per semplificare le procedure per le imprese.

Da 7 pratiche a una sola

MONZA – Si risparmia tempo, soldi, carta e anche pazienza. In Brianza è iniziata la cura dimagrante per la burocrazia, una misura che passa dallo Suap, lo Sportello unico per le attività produttive, capace di ridurre di sette volte le pratiche che le imprese devono espletare per le autorizzazioni ambientali.

Il territorio dei 55 Comuni targati Mb fa un passo avanti in materia di semplificazione delle procedure e sburocratizzazione dei rapporti tra impresa e pubblica amministrazione e, partendo dal settore ambiente, da questa settimana si potrà ricevere un'unica autorizzazione ambientale chiamata “Aua”, al posto delle sette pratiche finora invece previste. D’ora in avanti le piccole e medie imprese brianzole che hanno necessità delle autorizzazioni per le acque reflue, per le emissioni in atmosfera, per alcune tipologie rifiuti, piuttosto che per l’impatto acustico e l’uso di fanghi, non dovranno seguire sette diverse procedure recandosi in tre diversi enti (Provincia, Ato e Comune) ma rivolgendosi una sola volta e solo al Suap otterranno un’unica autorizzazione valida per i sette casi previsti e con un’unica scadenza dopo 15 anni.

Si tratta di un risultato ottenuto con la partnership tra la Provincia di Monza e Brianza e la Camera di Commercio brianzola nell’ambito del comune impegno per aumentare la semplificazione della burocrazia. Inoltre, oltre a far guadagnare tempo la procedura unica, secondo una stima dei due enti, porterà anche a un risparmio in denaro, pari complessivo a 8,5 milioni di euro all’anno per le piccole e medie imprese della Brianza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop burocrazia: parte l'Autorizzazione unica ambientale

MonzaToday è in caricamento