Cronaca Lissone

Lissone, in arrivo sei nuovi autovelox mobili sulle strade

Nella prima fase, saranno coinvolte dalla sperimentazione via Monza, via Cattaneo e via Lecco

Meno incidenti e maggiore attenzione alla guida. Questo l'obiettivo che Lissone ha in mente con la sperimentazione della metodologia “VeloOk”. A partire dai prossimi giorni, sulle strade del comune brianzolo compariranno sei box mobili al cui interno saranno collocati sistemi di autovelox.

Si tratta di una delle iniziative della campagna “Attenta-Mente!” a cui ha aderito il Comune di Lissone con l'intento di abbattere drasticamente il numero degli incidenti e della conseguente mortalità sulle strade urbane, sviluppando la cultura della sicurezza stradale. La sperimentazione durerà quattro mesi e inizierà col monitoraggio iniziale dei punti a maggiore criticità della viabilità stradale, partendo da via Monza, via Cattaneo e via Lecco dove entro dicembre saranno posizionate le strutture. Verranno rilevate le velocità di transito dei mezzi e il comportamento degli automobilisti.

A seguire, sarà introdotto il sistema VeloOK per il contenimento degli eccessi di velocità: saranno sei le postazioni collocate sul territorio, altamente visibili sia di giorno che di notte, grazie al caratteristico colore arancione e ai catarifrangenti.

“La scelta di collocare sul territorio le postazioni VeloOK non costituisce una mera azione di controllo - sottolinea il sindaco Concettina Monguzzi - bensì è integrata in un progetto di sicurezza articolato e virtuoso che coinvolgerà direttamente la popolazione”.

"Si tratta della prima volta di un utilizzo degli autovelox "fissi" in alcuni punti della città - aggiunge Ferdinando Longobardo, comandante della Polizia locale di Lissone - Una richiesta che viene dai cittadini, mi auguro solo che ora nessuno ora ci venga a dire che con questa decisione si intende fare cassa”.

La campagna “Attenta-Mente!” prevede inoltre un corso di formazione e aggiornamento rivolto al personale di Polizia locale, fra cui anche 4 sedute assistite di rilevazione delle infrazioni da postazione VeloOK con innovativa apparecchiatura bidirezionale Enves EVO. Nel progetto saranno coinvolte anche le Scuole Primarie, con attività educativa mirata a 250 alunni per insegnare l’importanza del rispetto delle regole del Codice della strada.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lissone, in arrivo sei nuovi autovelox mobili sulle strade

MonzaToday è in caricamento