rotate-mobile
Cronaca

Paura sul treno, strappano cellulare dalle mani a ragazzino

Due denunce

Si è visto strappare il cellulare che aveva in mano con violenza da due ragazzi, mentre viaggiava a bordo di un treno.

E' successo in pieno giorno, di pomeriggio. E nei guai sono finiti due 19enni, ritenuti presunti responsabili di un furto con trappo. La polizia Locale di Cantù ha denunciato i due ragazzi per l'episodio avvenuto lo scorso 18 maggio sul treno che da Como era diretto a Lecco. 

Si tratta di un 19enne di origine sudafricana residente in provincia di Lecco e un italiano, anche lui di anni 19, residente a Cantù. La vittima è un minorenne, di nazionalità italiana, residente in provincia di Como, a cui è stato sottratto con violenza il proprio cellulare a bordo del treno. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio.

Alla fermata della stazione di Cantù, è intervenuta una pattuglia della polizia locale, che ha chiesto al ragazzo derubato di dare loro tutte le informazioni utili per poter rintracciare tempestivamente gli autori del reato. I due sono stati identificati e ora dovranno rispondere del loro gesto alle autorità competenti. "Questa attività è stata condotta nell’ambito dei controlli straordinari effettuati proprio per contribuire al contrasto del fenomeno delle cosiddette babygang" hanno spiegato dalla polizia locale di Cantù.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura sul treno, strappano cellulare dalle mani a ragazzino

MonzaToday è in caricamento