Cronaca Seregno / Via Odescalchi

Omicidio di Seregno, la badante era incapace d'intendere e volere

Questa la conclusione della perizia psichiatrica. Ora il pm capirà se la donna è inferma: in questo caso non la processerà. L'omicidio risale al 14 maggio, la vittima la 91enne Rina Gonella

E' stata depositata la perizia psichiatrica su Valentyna Franchuk, l'ucraina che secondo gli investigatori ha ucciso, il 14 maggio scorso, la 91enne Rina Gonella, presso la cui abitazione prestava servizio come badante, a Seregno in via Odescalchi. E il verdetto sembra chiaro: al momento del presunto omicidio, l'ucraina era totalmente incapace d'intendere e volere e socialmente pericolosa. La Franchuk è accusata di omicidio preterintenzionale.

La Gonella era stata scoperta per terra, con varie fratture, nella sua casa. Ricoverata all'ospedale di Desio è poi deceduta. L'autopsia ha stabilito che la morte è giunta per arresto cardiaco. Il prossimo passo è accertare se la Franchuk sia anche oggi incapace d'intendere. Se il pm di Monza che segue il caso, Flaminio Forieri, lo accerterà, non la sottoporrà a processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Seregno, la badante era incapace d'intendere e volere

MonzaToday è in caricamento