Tuffo notturno in piscina costa caro a cinque ragazzi: denunciati

I giovani si sono introdotti nella piscina di Triante attraverso un buco nella recinzione: i cinque saranno denunciati per invasione di proprietà pubblica e danneggiamento

L'euforia del bagno di notte, il divertimento per la "bravata" e, alla fine, i guai. E' stato un bagno notturno costato caro quello di giovedì notte per cinque ragazzi monzesi che si sono introdotti all'interno della piscina di Triante in via Pitagora e hanno improvvisato un "festino" tra tuffi, schiamazzi e schizzi.

Intorno alle 3 di notte qualcuno si è accorto dell'intrusione nella proprietà e ha segnalato la presenza dei visitatori notturni alla Polizia Locale. Due pattuglie del comando di via Marsala si sono precipitate sul posto e hanno circondato l'area per impedire ai ragazzi di allontanarsi indisturbati.

Quando i cinque, due ragazze di 25 e 20 anni e tre giovani tra i 27 e i 19 anni, si sono accorti che la festa doveva finire hanno provato a tentare la fuga attraverso un buco che avevano ricavato nella recinzione e dal quale si erano introdotti nell'impianto. In via Val Seriana però ad attenderli hanno trovato gli agenti della Polizia Locale insieme al personale della Polizia di Stato. 

I ragazzi, ancora bagnati e in costume, hanno cercato di giustificarsi come meglio potevano ma le parole di fronte all'evidenza dei fatti sono servite a poco. I cinque, tutti italiani tranne un 22enne originario dell'Ecuador e tutti residenti a Monza, saranno denunciati per l'intrusione nella proprietà pubblica e danneggiamento.

Ancora una volta l'impianto di Triante, con l'arrivo del caldo e della bella stagione, è stato teatro di una "bravata" notturna da parte di alcuni ragazzi che non dimenticheranno molto presto quanto accaduto. Anche la scorsa estate infatti un gruppo di giovanissimi era stato sorpreso a fare un bagno notturno in piscina e anche per loro era scattata una denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento