Domenica, 21 Luglio 2024
I soccorsi

400 bambini del centro estivo (anche da Monza) bloccati in baita per un torrente ingrossato

Le operazioni di soccorso in baita. Adesso stanno tutti bene e stanno tornando a casa

Stanno tutti bene e stanno tornando a casa. Ma hanno vissuto ore di apprensione i quattrocento ragazzini che a causa del maltempo delle ultime ore e dell'ingrossamento di un torrente sono rimasti bloccati in una baita a Lizzola, in provincia di Bergamo. Si tratta di ragazzini provenienti da alcuni centri estivi della Lombardia tra cui anche dall'area di Monza e Brianza (insieme a Bergamo e Brescia) che hanno dai 5 anni in su ed erano accompagnati dai loro assistenti. I minorenni, bloccati alle Piane di Lizzola, territorio del comune di Valbondione, adesso stanno tutti bene. In seguito alle piogge delle ultime ore, il torrente che dovevano attraversare per tornare verso la strada, situata a pochi metri di distanza, si era ingrossato e quindi si sono trovati in difficoltà. 

Nella giornata di giovedì 13 luglio sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del nucleo S.A.F. (Speleo Alpino Fluviale) del comando di Bergamo per prestare soccorso insieme ai tecnici del CNSAS. I soccorritori hanno atteso l’abbassamento del livello delle acque e successivamente hanno posizionato delle corde al fine di permettere il passaggio in sicurezza. I bambini sono stati scortati a gruppi di quattro dai soccorritori, dall’altra parte della riva. Le operazioni si sono concluse intorno alle 19.30 e non si sono registrati feriti. 

IMG_20230713_194244_569

In Evidenza

Potrebbe interessarti

400 bambini del centro estivo (anche da Monza) bloccati in baita per un torrente ingrossato
MonzaToday è in caricamento