"Spaccate" e furti a Monza, Salvini anticipa il maxi blitz dei carabinieri: "Arrestati 28 rom"

Il ministro dell'Interno durante una trasmissione in tv ha anticipato i risultati dell'operazione. In realtà gli arresti eseguiti al momento sono 7, 6 dei quali erano già in carcere. I dettagli

Quarantuno colpi tra furti e spaccate. Tutti commessi tra luglio 2016 e marzo 2017. Gli obiettivi? Concessionarie e rivenditori di auto, ma anche sale slot e negozi di elettronica. In tutto il Nord Italia. Colpi studiati nei minimi dettagli messi a segno in pochi minuti da un commando specializzato. E nella notte tra mercoledì e giovedì 21 giugno sono scattate le ordinanze di custodia cautelare in carcere per i 29 presunti componenti della banda: 28 cittadini romeni e un ceco.

Video: i ladri in azione

Giovedì mattina, uno dei presunti malviventi è stato arrestato su esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Monza, a Milano, altre 6 persone invece risultano già detenute nelle carceri di Pavia, Cremona, Vigevano e Saluzzo mentre gli altri 22 indagati sono al momento ricercati: e per loro è stato chiesto un mandato di cattura europeo. Tutti sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati, oltre che di ricettazione.

Le indagini

Le indagini sono iniziate il 20 luglio 2016 dopo il furto alla concessionaria Penati di Arcore dove un commando aveva rubato cinque auto. Ma le strade dei ladri si erano subito incrociate con quelle dei carabinieri: i militari del nucleo radiomobile di Sesto San Giovanni — allertati dalla centrale operativa — avevano intercettato tre delle auto rubate in via Di Vittorio a Cologno Monzese. Era scattato l'inseguimento, terminato all'uscita della tangenziale di Sesto Primo Maggio. A causa di una coda per un incidente i ladri avevano aperto le portiere ed erano scappati nel buio della notte. Passando a setaccio una delle Alfa Romeo i militari avevano trovato un'impronta. Una traccia dalla quale sono iniziati le indagini che hanno portato all'emissione delle ordinanze. 

"Una banda agile e ben organizzata". Così l'hanno definita gli investigatori durante un incontro con la stampa. Altre caratteristiche che li contraddistinguono sono l'età: tutti i componenti sono molto giovani (il presunto capo ha 21 anni e un'importante carriera criminale alle spalle) e sono dei veri e propri fantasmi "Nessuno di loro ha dormito per più di sette giorni nello stesso posto", hanno sottolineato i carabinieri. Il loro obiettivo? Oggetti di elettronica, videopoker e automobili. E di quest'ultima categoria preferivano mezzi nuovi, ancora da immatricolare, che venivano "camuffati" con targhe di altre auto rubate e poi — con ogni probabilità — inviate all'estero. 

I colpi erano sempre studiati nel minimo dettaglio: prima del blitz effettuavano dei veri e propri sopralluoghi, raccoglievano tutte le informazioni per mettere a segno il furto e poi intervenivano. La loro base operativa era tra Monza e la Brianza, ma i colpi sono stati messi a segno in tutto il Nord Italia: da Torino fino al Veneto. 

Salvini: "Abbiamo arrestato 28 rom a Monza"

Ad anticipare i risultati dell’operazione dei carabinieri, in mattinata, attraverso una diretta televisiva su Rai3, durante la trasmissione Agorà, è stato il ministro dell’Interno Matteo Salvini che ha annunciato, dopo gli arresti di Lamezia Terme, le misure di custodia cautelare per "28 rom", intervenendo nuovamente sulla necessità di un censimento dei campi nomadi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nei campi nomadi deve valere la legge. So bene che la questione dei campi riguarda solo un quarto dei rom che vivono in Italia. Fossero tutti musicisti, farmacisti o maestri non avrei nulla da obiettare. Ieri a Lamezia Terme sono stati arrestati 35, oggi ne sono stati arrestati 28 a Monza e in Brianza. Viva i rom musicisti e farmacisti, purtroppo ce ne sono altri che sono delinquenti e educano i figli a rapinare e rubare" ha detto il ministro Salvini, come riportato da Adnkronos.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento