Cronaca Centro Storico / Piazza Trento Trieste

Bandiera della Lega sul Comune. I lumbard: "Anonimi patrioti"

Divertente episodio nella notte tra mercoledì e giovedì. Qualcuno ha issato sul pennone di piazza Trento e Trieste una bandiera col sole delle Alpi. Fioccano i commenti dei politici lumbard. "Gli daremo un premio"

La bandiera della Lega sul pennone del Comune di Monza

MONZA - "Quando gesti di questo tipo sono spontanei e non organizzati significa che il malcontento cresce" commenta il coordinatore provinciale dei Giovani Padani. "Daremo un premio agli anonimi patrioti che questa notte hanno fatto sapere a tutti che su Monza sventola un vessillo di libertà" gli fa eco il responsabile cittadino del movimento. Il glorioso vessillo, manco a dirlo, è la bandiera della Lega col sole delle Alpi, che questa mattina sventolava alta sul pennone del municipio in piazza Trento e Trieste, issata da sconosciuti. 

SCANAGATTI: "BASTA BUFFONATE"

Sull'episodio è intervenuto anche il deputato monzese Paolo Grimoldi. Dopo aver annunciato al mondo  nei mesi scorsi che anche la Ferrari riconosce la Padania (prontamente smentito dall'ufficio stampa del Cavallino), dopo  aver "denunciato" al ministro dell'Istruzione una scuola di Usmate rea di leggere il capolavoro hard meglio  noto come "Diario di Anna Frank", il fantasioso parlamentare prende carta e penna e rilascia una dichiarazione d'intenti.  "Monza - scrive l'onorevole in camicia verde - prosegue la sua civile ma determinata protesta contro Roma. E' molto semplice: se il Governo pensa di cancellare Monza, Monza se ne andrà da Roma". Sarà. Ma in attesa di assistere a cotanto spettacolo,  consigliamo  agli "sconosciuti" patrioti di non presentarsi alla premiazione: rischiano una denuncia.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera della Lega sul Comune. I lumbard: "Anonimi patrioti"

MonzaToday è in caricamento