Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

I carabinieri a Carate Brianza hanno fatto chiudere il locale che alle 19 aveva ancora quattro clienti all'interno. Denunciato il titolare che ora rischia tre mesi di carcere

Immagine di repertorio

Non ha rispettato il "coprifuoco" imposto dall'ordinanza regionale sull'emergenza Coronavirus e ha tenuto aperto il suo locale oltre l'orario consentito. E per questo un cittadino cinese residente ad Arcore è stato denunciato dai carabinieri e ora rischia fino a tre mesi di carcere.

I militari intorno alle 19 di lunedì 24 febbraio si sono presentati in un bar-tabacchi a Carate Brianza: il locale non solo era ancora parto ma all'interno c'erano ancora quattro clienti. Come previsto dal documento con le disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, il locale avrebbe dovuto chiudere alle 18. I carabinieri hanno proceduto alla chiusura forzata del bar e per l'uomo è scattata una denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento