Prostituzione in casa, denunciato un protettore e il proprietario di un appartamento

A Barlassina

Le pareti colorate con tempera rossa, i lampadari con luci e atmosfere dal sapore inequivocabile. Erano state trasformate in due alcove le stanze da letto di un appartamento in Corso Milano, a Barlassina.

Ad abitarle e usarle come luogo di "lavoro", due donne cinesi di 47 e 48 anni, che i carabinieri di Seregno hanno sorpreso nell'abitazione con un abbigliamento che lasciava pensare a una attività di prostituzione. I militari hanno denunciato in contumacia un cinese di 43 anni, a cui era stato affittato l’appartamento, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Con ogni probabilità l’uomo, al momento irreperibile, gestiva l’attività delle due donne. Denunciato per favoreggiamento anche il proprietario della casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento