Basta voti ai partiti del cemento

L’inizio di reazione dei monzesi, che attraverso i comitati, i movimenti e le associazioni hanno contribuito in maniera determinante alla battaglia per fermare la variante al PGT, è un’ottima notizia che fa ben sperare per il futuro e rappresenta l’unica vera novità dello scenario politico monzese.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Esprimiamo soddisfazione per lo stop subito dal progetto di variante generale al PGT della giunta Mariani e possiamo dirci fieri di aver contribuito a questo risultato con le nostre iniziative, parallele quelle di tutti i soggetti che si sono attivati per fermare questa vergogna. L'inizio di reazione dei monzesi, che attraverso i comitati, i movimenti e le associazioni hanno contribuito in maniera determinante alla battaglia per fermare la variante al PGT, è un'ottima notizia che fa ben sperare per il futuro e rappresenta l'unica vera novità dello scenario politico monzese.

Denunciamo la politica fallimentare di questa amministrazione che, tra consigli comunali, commissioni e consulenti ha speso centinaia di migliaia di euro, cercando maldestramente di favorire gli interessi di alcuni privati, dimenticandosi dei problemi reali dei cittadini come il traffico, l'inquinamento e la manutenzione di scuole, strade, piazze, edifici e piste ciclabili per citarne alcuni

Ci impegniamo a continueremo la lotta al fianco di tutte le forze civiche cittadine per impedire l'approvazione del nuovo progetto di variante, adottato senza sostanziali modifiche, all'alba del 22 Marzo 2012 con il voto favorevole del Sindaco e di altri 19 consiglieri (Lega Nord, PDL, MIDA e Gruppo Misto) e domandiamo a chi oggi si vanta di aver "salvato la città dal cemento" dov'era cinque anni fa e perché non ha fermato il consumo di suolo quando aveva la responsabilità di amministrare.

Monza non può permettersi né di sbagliare di rischiare. E' chiaro che, accontentarsi delle soluzioni del centrodestra e del centrosinistra vuol dire accettare di prendere in considerazione il possibile disastro. Bisogna avere il coraggio di cambiare e per fortuna, a breve, la parola tornerà ai cittadini, perché è chiaro a tutti che il palazzo ha fondamenta marce e tra poco crollerà. E qui ormai si tratta di salvare il salvabile: un briciolo residuo di credibilità brianzola.

Per questo, la lista civica Monza 5 Stelle si presenta alle prossime elezioni comunali con un programma chiaro che prevede un PGT a CONSUMO ZERO di suolo, la tutela delle aree verdi ed agricole e la riqualificazione energetica degli edifici esistenti nella convinzione che sia questa la strada da percorrere per gettare le basi di una città sostenibile e più vivibile.

MOVIMENTO 5 STELLE MONZA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento