rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Pompe di benzina abusive in tre aziende in Brianza: sequestri e denunce

La guardia di finanza ha sequestrato tre distributori di carburanti ad uso privato e oltre 13 tonnellate di gasolio per autotrazione

Otto pompe di benzina abusive erano già state sequestrate qualche mese fa e ora i sigilli sono scattati anche per altri tre impianti di distribuzione di carburante a uso privato installati in tre aziende in provincia di Monza e Brianza. L'attività di indagine è stata portata avanti dalla guardia di finanza del comando provinciale del capoluogo brianzolo nell'ambito delle ispezioni relative al monitoraggio del settore della distribuzione di carburanti extra-rete.

Tre impianti di benzina abusivi in aziende

In tre aziende del territorio attive nel settore del trasporto merci e passeggeri e del noleggio di mezzi da cantiere sono stati individuati e sequestrati tre distributori di carburante per uso privato, operanti senza le necessarie autorizzazioni e gasolio per autotrazione per oltre 15.000 litri cioè più di 13 tonnellate di carburante.

L'attenzione dei finanzieri, attraverso attività di indagine sull'analisi di rischio e l'incrocio delle banche dati, si è focalizzata sulle tre aziende che sono risultate utilizzare in proprio impianti di distribuzione carburanti beneficiando di agevolazioni sul gasolio impiegato. Gli impianti sequestrati, costituiti da serbatoi, pompe di erogazione e contatori volumetrici, sono risultati sia "estremamente pericolosi per l’incolumità pubblica in quanto privi delle autorizzazioni di prevenzione incendi prescritte per la detenzione e l'impiego di prodotti infiammabili o esplodenti" spiegano dal comando di piazza Diaz.

Le denunce in Brianza

Nell'ambito dell'indagine quattro persone sono state denunciate a piede libero alla Procura della Repubblica di Monza: dovranno rispondere, a vario titolo, dei reati di omessa presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività ai fini della prevenzione incendi e di omessa denuncia di materie infiammabili. Complessivamente, nei confronti delle aziende ispezionate sono state elevate sanzioni amministrative per 13mila euro sottoponendo a sequestro beni per un controvalore di oltre 60.000 euro, con destinazione alla confisca di due impianti ed oltre 6 tonnellate di gasolio per autotrazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pompe di benzina abusive in tre aziende in Brianza: sequestri e denunce

MonzaToday è in caricamento