Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Allestita la camera ardente di don Mario Riboldi: l'ultimo saluto al "sacerdote dei rom"

Le spoglie del religioso esposte nella chiesetta di San Francesco

Don Mario Riboldi

Biassono, le comunità sinti e rom si preparano a salutare don Mario Riboldi, nato nel comune brianzolo, che ha dedicato tutta la sua vita all'evangelizzazione della comunità rom.

Le spoglie del religioso, scomparso mercoledì 9 giugno all'età di 92 anni, sono già esposte nella camera ardente allestita nella chiesetta di San Francesco. I fedeli potranno salutare per l'ultima volta don Mario giovedì 10 giugno dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 22 e venerdì 11 giugno dalle 8 alle 9.30. 

I funerali verranno celebrati venerdì 11 giugno nella chiesa di San Martino da monsignor Stucchi vescovo ausiliare di Milano. Prevista anche la partecipazione di alcune delegazioni delle comunità rom.

Diversi i ricordi dei suoi concittadini anche sulla pagina Facebook della Comunità Pastorale di Biassono. C'è chi ricorda l'incontro con il sacerdote proprio sulla sua roulotte al campo rom di Brugherio. 

Don Mario Riboldi era nato a Biassono nel 1929 e poco dopo la consacrazione aveva deciso di portare la parola di Dio tra i rom e i sinti guadagnandosi fin da subito il soprannome di “Mario degli zingari”. Tanto da vivere in roulotte e da avere imparato anche le lingue dei rom. Aveva vissuto e predicato a lungo il Vangelo nei campi nomadi alla periferia di Milano ed era ritornato anche nella sua Brianza, in un campo rom di Brugherio dove aveva trasformato una roulotte in una chiesa.

La salma del sacerdote verrà tumulata nel cimitero di Biassono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allestita la camera ardente di don Mario Riboldi: l'ultimo saluto al "sacerdote dei rom"

MonzaToday è in caricamento