rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Biassono

Finge un incendio poi scende nudo in strada e semina il panico (piombando anche in una casa)

In manette a Biassono è finito un giovane sotto effetto di droga. Tre i carabinieri rimasti feriti

Momenti di follia a Biassono dove un ragazzo - probabilmente sotto effetto di sostanze stupefacenti - ha seminato il panico fingendo che un incendio stesse divorando la sua abitazione, scendendo nudo in strada e facendo irruzione all'interno di un paio di abitazioni fino a rubare un motorino e scappare. Per poi arrivare a infilarsi nell'auto di passaggio di una coppia di pensionati e a essere bloccato e arrestato dai carabinieri. E' successo a Biassono nei giorni scorsi dove sono stati tanti i cittadini che hanno notato un uomo in mutande per strada, ricoperto di sangue a causa di alcune ferite, correre tra le auto incolonnate. E in alcuni casi prenderle anche a calci.

L'episodio

Tutto è iniziato quando il giovane - trent'anni circa - probabilmente sotto effetto di droga - ha simulato un falso allarme incendio riferendo che la sua abitazione stesse andando a fuoco. Sul posto sono intervenuti i pompieri che però non hanno trovato alcuna traccia delle fiamme. Il ragazzo a quel punto è sceso in strada nudo - pare con indosso solamente le mutande - e ha iniziato a seminare il panico prendendo a calci le auto incolonnate al semaforo e facendo irruzione all'interno di un'abitazione.

All'interno della casa in cui all'improvviso è compraso c'erano due donne e un bambino: i proprietari si sono ritrovati davanti il giovane che impugnando una pala o forse una spranga ha infranto la vetrata della porta, ferendosi e ricoprendosi così di sangue. Poi l'irruzione in un'altra abitazione e l'intervento dei carabinieri che hanno inseguito il fuggitivo che nel frattempo, senza vestiti e coperto di sangue, era sceso in strada. Qui, sulla pubblica via, ha bloccato un motociclista e si è impossessato della sua moto, nel tentativo di allontanarsi in sella al ciclomotore. Poco dopo però lo ha abbandonato - incalzato dai militari - e ha cercato di fermare le auto incolonnate al semaforo per entrare in qualche veicolo. E alla fine ha aperto lo sportello della vettura con a bordo una coppia di anziani e si è infilato dentro. Poco dopo è stato bloccato e fermato. 

Durante le concitate fasi di colluttazione e inseguimento sono rimasti feriti anche tre carabinieri che hanno riportato prognosi fino a venti giorni. Diversi i reati di cui probabilmente dovrà rispondere il trentenne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finge un incendio poi scende nudo in strada e semina il panico (piombando anche in una casa)

MonzaToday è in caricamento