Scarica fusti di vernice e bidoni nel parco: le telecamere incastrano l'autore

A Ceriano Laghetto

I bidoni abbandonati

Fusti arrugginiti e bidoni di vernice abbandonati in mezzo al bosco nel Parco delle Groane. Questo lo spettacolo che si è presentato agli occhi di una residente domenica mattina a Ceriano Laghetto.

A far accorrere sul posto le Gev insieme alla polizia locale del Parco delle Groane e agli agenti del comando di Ceriano Laghetto è stata la segnalazione di una residente che, insieme alle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza installato sul territorio comunale, ha consentito di individuare il responsabile dell'abbandono abusivo di rifiuti. 

Un furgone è entrato nel sentiero sterrato ciclabile che attraversa la via Laghetto, dirigendosi verso la zona del cimitero. Qui il conducente, residente in un comune del comasco, avrebbe scaricato i tre fusti metallici, rovesciandoli a terra e coprendoli con dei teli. Per arrivare al conducente del furgone bianco è stata fondamentale anche la testimonianza di una residente che domenica pomeriggio ha contattato direttamente su Facebook il sindaco Dante Cattaneo per segnalare l’avvistamento in mattinata, di un furgone sospetto che percorreva il viale sterrato. Le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza, che inchioderebbero il conducente del mezzo alle sue responsabilità, sono state recuperate e passate al vaglio dagli inquirenti.

“Ora l'individuo che ha compiuto questo gesto avrà ciò che si merita dal punto di vista amministrativo e penale - ha commentato il sindaco Dante Cattaneo. Sono contento che sia stato possibile individuarlo rapidamente grazie al nostro sistema di videosorveglianza recentemente potenziato, grazie alla preziosissima collaborazione di un'attenta cittadina e alla collaborazione fra Enti. Questo episodio conferma ancora una volta quanto sia importante la collaborazione di tutti i cittadini per la tutela del nostro territorio e per la salvaguardia del nostro ambiente. So che ogni cerianese ha a cuore il proprio paese e quanto accaduto ne è una conferma”.

"Sono molto soddisfatto del lavoro svolto: anche in questo caso, grazie alla tempestiva collaborazione dei cittadini e ai dovuti investimenti tecnologici, è stato possibile identificare il colpevole e far sì che possa pagare per il suo sconsiderato gesto. Un ringraziamento particolare va alla Polizia Locale, alle Guardie Ecologiche Volontarie e alla Protezione Civile che hanno messo a disposizione le loro competenze” ha aggiunto l’assessore all’Ambiente Antonio Magnani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

scarichiabusivi183-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Milano, va a trovare il papà in ospedale ma trova il letto vuoto: "Suo padre è morto da ieri"

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Maxi blitz della polizia ai giardinetti e un elicottero in volo sopra Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento