rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Gran Premio di Monza

La grande truffa dei 141 biglietti falsi della Formula Uno scoperti al Gran Premio di Monza

Oltre un centinaio i titoli falsati intercettati e sequestrati dalla guardia di finanza in autodromo per un valore di 32mila euro

Il bagarinaggio, purtroppo, non passa mai di moda. Anzi, si evolve e diventa 2.0. Anche quest'anno al Gran Premio di Monza, grazie ai controlli predisposti nell'ambito dei dispositivi di sicurezza coordinati, la guardia di finanza ha effettuato un servizio di monitoraggio e contrasto alla vendita di titoli contraffatti. Sono state otto le persone sorprese nei pressi del parco nelle tre giornate della Formula Uno mentre cercavano di rivendere alcuni biglietti in prossimità degli ingressi del Parco. Titoli validi la cui rivendita però violava un'ordinanza in vigore durante i tre giorni del GP in città. E per questo otto persone sono state multate con una sanzione che arriva a cinquecento euro.

I 141 biglietti falsi sequestrati a Monza

Nella giornata di domenica invece i finanzieri monzesi hanno intercettato e sequestrato 141 biglietti contraffatti del Gran Premio. Titoli di ingresso falsati del valore complessivo di 32mila euro. I biglietti sono stati trovati in possesso dei relativi possessori, probabilmente ignari della loro non regolarità e provenienti dal circuito del secondary ticketing. 

I tagliandi presentavano un QR code invariato per diversi titoli di ingresso che ne ha reso così facilmente riconoscibile, al momento della tracciatura elettronica, la non validità. Nel dettaglio sono stati sequestrati 27 biglietti per la tribuna Parabolica il cui accesso costa circa 300 euro, 14 ticket per la Tribuna Ascari del valore di 400 euro ciascuno, 66 tagliandi per il prato (90 euro circa), 7 per la tribuna Vedano, 16 per la Roggia e 7 per la tribuna Piscina del valore di 530 euro l'uno. Un giro d'affari che si sarebbe aggirato attorno ai 32mila euro.

In seguito al sequestro la guardia di finanza  e i militari del Nucleo di polizia economica finanziaria della compagnia di Monza guidati dal comandante Gabriele Izzo hanno avviato le indagini per rintracciare i canali di vendita ed eventuali responsabili. Sono state identificate quattro persone, tutti uomini di origine campana, che al momento sono stati segnalati per l'acquisto in blocco dei titoli di ingresso. Allo stato attuale non risulta alcuna denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La grande truffa dei 141 biglietti falsi della Formula Uno scoperti al Gran Premio di Monza

MonzaToday è in caricamento