Monza, il Bike Park è pronto: apre il primo parco urbano per le acrobazie in sella

Sabato l'inaugurazione. Per l'avvio di tutte le attività però bisognerà aspettare ancora qualche tempo: nell'area di via Bucci aprirà a Monza il primo Bike Park in Italia grazie all'impegno di nove giovanissimi ragazzi

Il grosso è fatto e in via Bucci, nel cuore del quartiere Cederna, è pronto ad aprire la porte il Monza Pizza Bike Park. Il progetto che ha visto la luce grazie all'iniziativa di nove ragazzi animati dalla passione per la bicicletta e le acrobazie in sella è nato grazie alla determinazione di Torquato Testa, campione internazionale di Dirt Jump e un bando del comune di Monza che ha concesso all'associazione ASD Emissioni Zero in comodato d'uso gratuito per dieci anni un vecchio campo da calcio in disuso.

Sabato per la prima volta il Bike Park aprirà le porte alla città con un'inaugurazione ufficiale per presentare le attività e gli spazi del tempio del "Dirt Jump": durante la giornata si potrà assistere a numerose esibizioni e conoscere le proposte dell'associazione. Dopo questa piccola anticipazione poi per l'apertura ufficiale bisognerà aspettare fine aprile quando prenderanno il via tutte le attività della struttura con i corsi di mountain bike per bambini, principianti ed esperti. 

GUARDA IL VIDEO 

Qui da novembre ad oggi, in quattro mesi di lavori, duecentossessanta camion hanno scaricato circa 3mila metri cubi di terra e i ragazzi, con l'aiuto di un miniescavatore e a mano, con le pale, e soprattutto con tanto entusiasmo hanno lavorato le zolle per creare le pedane, i salti, i dossi e i tracciati che sono l'anima di questa disciplina che consiste nel "volare" in sella alla bicicletta e cimentarsi con evoluzioni e salti acrobatici. "Pratico questo sport da sei anni" spiega Torquato Testa, campione di Dirt Jump e anima del Monza Bike Park, "e da un anno e mezzo ne ho fatto un vero e proprio lavoro. Mi è sempre dispiaciuto vedere che in tutti gli altri Paesi il Dirt Jump era considerato a tutti gli effetti uno sport tranne che in Italia dove non esisteva ancora nessuna struttura ufficiale dedicata". Dopo essersi formato da autodidatta ed essersi perfezionato negli skate park Torquato Testa, insieme a Luca Locati, Diego Caverzasi, Filippo Proserpio, Luca Nava, Martino Carletti, Pietro Baraggi, Andrea Grigioni e Vittorio Galli, ha lavorato per portare a Monza un vero Bike Park e i ragazzi l'hanno costruito da zero da soli, con il supporto di uno studio professionale e dell'amministrazione comunale che ha creduto nel progetto.

Al momento restano da perfezionare alcuni dettagli e allestire i servizi igienici poi la struttura potrà essere operativa e diventare un punto di riferimento per l'intera città: qui verranno organizzati corsi per bambini, ragazzi e adulti a tutti i livelli e uno degli obiettivi è anche quello di portare a Monza, proprio nel Bike Park, una delle tappe del campionato mondiale di Dirt Jump. "Vogliamo fare del Bike Park un punto di riferimento sia per i ragazzi che vogliono conoscere e avvicinarsi a questo sport sia per i professionisti che ora a Monza avranno una struttura completa dove potersi allenare" ha concluso Torquato Testa. Il progetto al momento ha comportato un investimento di circa 200mila euro: il bando comunale ha messo a disposizione dei ragazzi soltanto il terreno dell'ex campo da calcio ormai in disuso e le risorse sono state tutte reperite in autonomia dall'associaziome grazie anche ad alcuni sponsor e a quelli che si faranno avanti per sostenere la nuova realtà sportiva.

Per tutta la giornata di sabato si potrà visitare il Bike Park e assistere alle esibizioni dei ragazzi lungo il percorso di dossi e salti. 

IL VIDEO

vid-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento