Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Finito il lockdown dove metto Fido? Boom di cessioni all'Enpa di Monza

Oltre 25 i proprietari che hanno bussato alla porta del rifugio di via San Damiano per cedere il loro cane

Per un anno e mezzo sono stati insostituibili compagni di lockdown. Di taglia piccola o grande, non interessava. L’importante era non rimanere soli, avere al proprio fianco quel cucciolo (o cane adulto) che riempiva le giornata. E il più delle volte diventava l’occasione per poter uscire di casa.

Oggi, però, questi compagni di avventura per molte famiglie sono diventati un peso: all’Enpa di Monza sono tante le richieste per cedere Fido. Sono oltre 25 i cani già ceduti (o comunque in attesa di essere ceduti). Cani che i loro proprietari non riescono più a seguire.

“Sta diventando un’emergenza - spiega Giorgio Riva, presidente dell’Ente nazionale protezione animali di Monza -. Alla fine dell’anno i nostri box erano quasi vuoti. Adesso stiamo continuamente ricevendo richieste di cessione da parte dei proprietari. Si tratta, per la maggior parte, di persone che hanno adottato il cane durante il lockdown”.

Adozioni fatte con troppa leggerezza, sull’onda dell’emozione del momento. Di giornate trascorse in casa sul divano guardando i social e innamorandosi di quei musetti che chiedevano una seconda chance.

“Tra questi proprietari non ci sono famiglie alle quali Enpa Monza ha dato in adozione il cane - precisa Riva -. Noi seguiamo un iter molto preciso. Le famiglie vengono selezionate con attenzione”.

Il problema è quando l’adozione (ma in qualche caso anche l’acquisto del cane) è stato fatto con leggerezza.

"Cani arrivati tramite annunci sui social ai quali, però, non si è provveduto a fornire una preparazione adeguata - prosegue - il cane non è un oggetto, ma ha precise necessità".

“Adesso che il lockdown è finito e tante persone stanno ritornando alla loro vita normale il cane diventa un peso - racconta Riva -. Ci arrivano segnalazioni di proprietari che, ritornando al lavoro, non hanno tempo da dedicargli. Persone in difficoltà economica che non se possono più prendere cura. Ma anche persone che, adottato o acquistato il cucciolo, senza un’adeguata formazione si ritrovano con cani adulti che non riescono a gestire”. La soluzione più rapida diventa, perciò, quella della cessione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finito il lockdown dove metto Fido? Boom di cessioni all'Enpa di Monza

MonzaToday è in caricamento