Bovisio Masciago, imbrattata con scritte la sede della lista civica "ApertaMente"

L'episodio

L'atto vandalico pubblicato sui social per denuncia dalla lista

Scritte incivili contro la lista civica. E’ successo a Bovisio Masciago, dove la coordinatrice della forza politica «Apertamente», Angelita Perretta, ha scoperto che il portone della sede di via Roma era stato imbrattato. Poche parole vergate con un pennarello e una scritta inequivocabile: «Fascisti di m.....a».

"Invitiamo gli autori del gesto incivile e offensivo comparso sulla vetrina della nostra nuova sede al primo incontro della Lista Civica Apertamente, previsto per mercoledì 10 gennaio alle 21. Aperti al confronto e a nuove idee per il nostro paese" hanno replicato, indignati per le offese e l'atto vandalico dalla lista. 

"Mi sento di esprimere alla Lista Apertamente la mia personale solidarietà dopo gli insulti anonimi comparsi sulla vetrina della loro sede" - ha detto il sindaco Giuliano Soldà, intervenendo pubblicamente sulla vicenda - "Non è la prima volta che si verificano insulti, danneggiamenti, scritte offensive nei confronti di forze politiche e liste civiche attive nella nostra comunità. Anche in questa occasione siamo in presenza di comportamenti offensivi e irragionevoli che approfittando dell’anonimato segnalano anche la miseria di chi li compie. Il dibattito politico, anche il più serrato, deve sempre essere improntato al rispetto delle opinioni e alla serenità dei giudizi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento