rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
la storia / Concorezzo

I due brianzoli che interrompono le vacanze per salvare una bassotta

Sono Sandro Nigro e Rodolfo Colombo presidente e vicepresidente dell'associazione Cuor di Pelo

Quando è arrivata la telefonata Sandro e Rodolfo non ci hanno pensato due volte. Hanno chiuso l'ombrellone e si sono precipitati in Brianza per salvare quella bassotta che era in pericolo.

Ferie rimandate per Sandro Nigro e Rodolfo Colombo, rispettivamente presidente e vice presidente dell'associazione Cuor di pelo da anni impegnata in prima linea nel recupero e nella messa in adozione dei bassotti abbandonati, anziani, o malati. Con richieste di aiuto da tutta Italia. Questa volta l'appello è arrivato dalla Brianza. Massimo riserbo su quella fattoria dove le guardie zoofile di Como e di Lecco hanno recuperato e salvato Diana una bassotta utilizzata esclusivamente come fattrice. La segnalazione era arrivata da alcuni cittadini. Il cane, da come racconta Nigro sul profilo Facebook, "viveva in condizioni disumane reclusa in una fattoria al solo scopo di 'scucciolare' come se fosse un macchinario industriale".

Sandro e Rodolfo sono stati contattati dalle guardie zoofile. Ai due brianzoli "salvatori" dei bassotti i volontari hanno deciso di affidare anche Diana. "Ora Diana è con Cuor di Pelo, e non permetteremo mai più che le possa accadere qualcosa di anche lontanamente simile - spiegano -. Un grazie alle guardie zoofile di Lecco e di Como che ci hanno contattato. La responsabilità non va in vacanza". Così come il grande amore che i due brianzoli hanno per i bassotti. Rientrati a casa si sono subito adoperate per aiutare Diana. Al momento la bassotta non è adottabile.

Ma ci sono tanti altri bassotti in attesa di una famiglia. Tutte le news (e i modi per aiutare l'associazione) sulla pagina Facebook di Cuor di pelo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I due brianzoli che interrompono le vacanze per salvare una bassotta

MonzaToday è in caricamento