Cronaca

Quartiere lasciato senza medico di famiglia: il sindaco scrive in Regione

A prendere carta e penna è Marco Troiano, sindaco di Brugherio, dopo che i residenti di San Damiano si sono ritrovati senza medico

Foto d'archivio

Il quartiere resta senza il medico di base: il sindaco scrive al governatore Attilio Fontana e alla vicepresidente Letizia Moratti.

Si preannunciano settimane di seri disagi per i pazienti di San Damiano, a Brugherio. Dall’inizio di questa settimana il medico di famiglia, ad incarico provvisorio, ha cessato la sua attività lasciando senza sostituito i 1.300 pazienti. Gli utenti potranno accedere solo a un servizio di continuità assistenziale diurna, dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 18.30.

Il Comune paga l'affitto dell'ambulatorio

Il sindaco Roberto Troiano ha preso carta e penna e ha denunciato la situazione ai vertici del Pirellone. “Il servizio di continuità assistenziale diurna attivato da Ats è molto parziale rispetto alle reali necessità dei cittadini - scrive Troiano nella missiva - Peraltro può continuare a svolgersi nell’ambulatorio di via Corridoni a San Damiano perché la nostra Amministrazione ha deciso di farsi carico del pagamento del canone dell’ambulatorio, altrimenti gli oltre 1.300 pazienti avrebbero dovuto rivolgersi all’ex sede della guardia medica in via Oberdan”.

In Brianza mancano oltre 55 medici di famiglia

Un forte disagio (per altro diffuso anche in altri Comuni della provincia di Monza e Brianza) che sottolinea la mancanza di medici di famiglia. A Monza e Brianza, secondo i dati forniti alla fine di giugno da Ats, mancano 55 medici di famiglia, 8 solo nel capoluogo.

“È una situazione intollerabile - incalza il primo cittadino - A Brugherio si rischia di non poter garantire il diritto alla salute di una parte della nostra popolazione”.

A Monza dopo sei mesi arriva il nuovo dottore

Intanto a Monza rientra l’allarme per la mancanza del medico di base nel quartiere Libertà. A gennaio, in seguito al pensionamento del dottor Gianpietro Mosca, storico medico di base del quartiere oltre 1.500 pazienti erano rimasti senza dottore. In molti hanno dovuto rivolgersi a specialisti in altri quartieri, alcuni persino in altri Comuni. Dall’Ats però arrivano buone notizie. Da lunedì 26 luglio nel rione monzese entrerà in servizio un nuovo medico di famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere lasciato senza medico di famiglia: il sindaco scrive in Regione

MonzaToday è in caricamento