Blitz dei carabinieri nel bunker dello spaccio del vimercatese

Scoperto a Trezzo sull'Adda un capannone industriale dismesso trasformato in bazar della droga per giovanissimi

Un arresto e una denuncia

Un capannone dismesso bunker dello smercio di droga tra i giovanissimi del vimercatese e della bassa bergamasca.

E' questa la scoperta che hanno fatto nel weekend i carabinieri di Vimercate che in Largo Donatori del Sangue a Trezzo sull'Adda hanno scoperto un locale industriale ormai in disuso dove nel weekend avveniva lo smercio delle sostanze stupefacenti a ragazzini che cercavano lo "sballo di una sera".

In quel luogo i carabinieri sono arrivati grazie a una intensa attività investigativa sul territorio che era partita da controlli legati al contrasto dell'attività del traffico di stupefacenti e agli episodi di vandalismo e microcriminalità consumati da parte di minorenni sugli autobus del vimercatese e nel quartiere Torri Bianche.

In seguito alle indicazioni che molti minori sorpresi con piccole quantità di droga hanno saputo dare agli inquirenti i carabinieri sono arrivati al "bunker", nome questo con cui gli stessi giovanissimi si riferivano al luogo dello smercio.

Nel weekend al momento del blitz qui le forze dell'ordine hanno trovato un 27enne di origine romena su cui pendeva una ordinanza di esecuzione pena per gli arresti domiciliari dovuta reati sempre legati allo spaccio di droga.

A gestire il "giro" però i carabinieri hanno sorpreso un 19enne residente in paese, studente incensurato.

Il giovane aveva trasformato il capannone ormai in disuso intestato al padre nel supermarket dello sballo. Addosso a lui i carabinieri hanno trovato 25 grammi di marijuana già suddivisa in dosi pronte per essere spacciate. Nel locale inoltre sono stati trovati contanti e tre bilancini di precisione.

Al momento dell'arrivo dei carabinieri nel "bunker" c'erano una decina di giovanissimi, tra i 17 e i 19 anni e tra questi i carabinieri hanno segnalato alla Prefettura due ragazzi trezzesi incensurati come assuntori perchè trovati in possesso di marijuana per uso personale. 

Il luogo adibito a punto di smercio della droga tra i giovanissimi era accessibile anche ai minori che lo raggiungevano grazie ai mezzi pubblici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento