Risse e ritrovo per pregiudicati: il questore chiude un famoso bar del centro di Monza

Lo ha deciso il questore di Milano che ha chiuso il bar venerdì 15 febbraio

Immagine repertorio

Dovrà restare chiuso per quindici giorni il bar "Buns" di Piazza Garibaldi a Monza, pieno centro cittadino. Lo ha deciso il questore di Milano Marcello Cardona in seguito alle aggressioni avvenute tra novembre 2018 e i primi giorni di febbraio.

Il provvedimento, notificato venerdì 15 febbraio, è scattato dopo cinque interventi delle volanti. Il primo il 10 novembre 2018 quando gli investigatori erano intervenuti nel cuore della notte per un'aggressione avvenuta all'interno e all'esterno del locale. Poi ancora il 22 novembre quando i poliziotti avevano identificato undici clienti, tre con precedenti penali. Non solo, sempre quella sera i titolari del bar erano stati denunciati perché avevano servito da bere a un uomo in evidente stato di ubriachezza, cliente che a sua volta era stato denunciato e segnalato alla prefettura perché trovato con alcuni grammi di hashish.

E ancora il 9 dicembre quando i poliziotti erano intervenuti a a seguito di "numerose segnalazioni relative al disturbo arrecato dalla musica ad alto volume proveniente dall’interno del locale e dal vociare degli avventori che stazionavano all’esterno; tra le molte persone presenti all’interno e all’esterno del bar solo nove potevano essere controllate, tre delle risultavano con precedenti penali e di polizia, anche per reati inerenti agli stupefacenti e contro la persona".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultimo intervento risale al 9 febbraio quando, intorno alle 6 del mattino, quando due clienti abituali "si erano scagliati contro la titolare e il proprio fratello che aveva intimato loro di abbassare il volume dello stereo in loro possesso". L'uomo era stato preso per la sciarpa e colpito alla fronte con una spranga di ferro, parte dell'arredo del bar, mentre la donna era stata strattonata e spinta a terra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento