Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Bussero, ucciso in strada Gianfranco Ambrosoni

L'uomo, 53 anni, è stato raggiunto da alcuni colpi di pistola in viale Europa venerdì sera dopo le 22. Indagini in corso

Prima è stato esploso un colpo. In strada. Nel silenzio di una cittadina già con le persiane chiuse in un venerdì sera di fine ottobre.

Poi un altro sparo e tanti colpi a raffica. E' stato ucciso così Gianfranco Ambrosoni, litografo di 53 anni, incensurato, separato da qualche tempo e padre di un figlio.

L'uomo ha perso la vita ferito a morte da alcuni spari in viale Europa a Bussero, alle porte della Brianza, pochi minuti dopo le 22. Secondo le prime informazioni che si apprendono il 53enne era solo a bordo della sua auto, una Volkswagen Golf, quando ha incrociato per caso o incontrato su appuntamento chi in seguito si è rivelato essere il suo assassino. 

Prima un colpo e poi a raffica gli altri: la vittima avrebbe tentato di fuggire scendendo dalla vettura e allontanandosi ma un ultimo proiettile l'ha raggiunto e finito qualche metro più in là, sul marciapiede. 

Nonostante il tempestivo arrivo dei soccorsi in codice rosso per l'uomo non c'è stato nulla da fare: è morto a causa delle ferite da arma da fuoco. I primi rilievi hanno riscontrato la presenza di sei bossoli nel luogo dell'agguato, proiettili che proverrebbero da una pistola seiautomatica 765.

Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Cassano d'Adda e di Monza. Gli inquirenti hanno già ascoltato alcuni residenti del quartiere nella speranza che abbiano sentito o visto qualche cosa che possa aiutare la ricostruzione dell'accaduto. Al momento nessuna pista è esclusa e dai primi dettagli che emergono pare che l'uomo sia stato colpito a morte dai proiettili dopo essere intervenuto per dividere due persone impegnate in una violenta lite. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bussero, ucciso in strada Gianfranco Ambrosoni

MonzaToday è in caricamento