"Ritrovo di pregiudicati": la questura chiude il Caffè Giusto di Lissone

Il bar dovrà rimanere chiuso per sette giorni, lo ha deciso la questura di Milano

Immagine repertorio

Il bar Caffè Giusto di via Besozzi a Lissone è stato chiuso per sette giorni con un provvedimento del Questore di Milano. Secondo la questura, l’esercizio commerciale, gestito da un imprenditore cinese, era frequentato da pregiudicati. Numerosi gli episodi che hanno costretto le forze dell’ordine a intervenire: episodi di spaccio il 2 maggio, rissa il 18 giugno, una lite il 21 giugno, un altro litigio il 12 luglio. Frequenti le lamentele degli abitanti del quartiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento