Storie di quotidiano eroismo e tradizione: presentato il Calendario Storico dell'Arma

Le tavole dell'artista Mimmo Paladino, rinomato esponente della transavanguardia, sono accompagnate dagli scritti della celebre scrittrice Margaret Mazzantini

Il Colonnello Simone Pacioni presenta l'edizione 2020 del Calendario dell'Arma

Simboli quotidiani di eroirmo silenzioso. E poi le parole ad accompagnare le immagini, a far prendere vita ai disegni che raccontano storie. Venerdì mattina il Colonnello Simone Pacioni, comandante provinciale dei carabinieri di Monza e Brianza, ha presentato il Calendario Storico dell'Arma 2020. 

Con oltre un milione di copie quest'anno il Calendario Storico dell’Arma dei Carabinieri giunge alla sua 87esima edizione. Dodici mesi di immagini, per rievocare episodi indelebili legati alla tradizione dell'Arma, e di testi da leggere grazie agli scritti della celebre scrittrice Margaret Mazzantini che accompagnano le raffigurazioni dell'artista Mimmo Paladino, rinomato esponente della transavanguardia.

Il Calendario Storico dell'Arma racconta del quotidiano eroismo dei carabinieri con scene che vogliono raccontare la solidarietà e l’attenzione verso il prossimo con cui ogni militare dell’Arma tutti i giorni, in Italia e all’estero, svolge il proprio servizio. "Storie di ordinario eroismo, cifra distintiva del Carabiniere, che fanno comprendere a pieno lo spirito di servizio con cui donne e uomini in uniforme affrontano silenziosamente quello che molti di loro stessi definiscono la loro missione, ovvero la tutela delle fasce più deboli e vulnerabili della società. Atti di ordinario valore che affondano le radici nella storia dell’Istituzione".

La copertina dall’intenso fondo color oro oltre a richiamare la tradizione estetica del passato - riprende l’oro utilizzato nei mosaici di Ravenna e dai maestri senesi, poi ripreso da Gustav Klimt – simbolicamente celebra il metallo della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare, concessa cento anni addietro, il 5 giugno 1920, alla Bandiera dell’Arma dei Carabinieri per la partecipazione al primo conflitto mondiale con la seguente motivazione: "Rinnovellò le sue più fiere tradizioni con innumerevoli prove di tenace attaccamento al dovere e di fulgido eroismo, dando validissimo contributo alla radiosa vittoria delle armi d'Italia".

Il Calendario dell'Arma: un po' di storia

Nato nel 1928, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949, la pubblicazione del Calendario, giunta alla sua 87esima edizione, venne ripresa regolarmente nel 1950 e da allora ogni anno una nuova edizione testimonia la vicinanza dell'Arma ai suoi cittadini. 

L’Agenda Storica 2020, incentrata sul tema “il Centenario della Scuola Marescialli e della nascita di Salvo D’Acquisto”, con numerosi inserti guida il lettore attraverso le varie tappe della storia dell’importante istituto di formazione fino all’odierna Scuola Marescialli e Brigadieri, raccontandone l’evoluzione e le varie sedi utilizzate a partire dal lontano ‘800. La seconda parte è dedicata alla vita di un nostro Eroe che alla Scuola Marescialli si è formato, il V. Brig. M.O.V.M. “alla memoria” Salvo D’Acquisto. I testi di questo piccolo “diario” sono stati curati dallo storico dell’arte Prof. Riccardo Spinelli, dal Col. Alessandro Della Nebbia e dalla giornalista, scrittrice e biografa di Salvo D’Acquisto, Rita Pomponio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Decathlon, a febbraio si abbassano le serrande del negozio di Vignate

  • Scende dall'auto per togliere il telo sul parabrezza ma resta incastrata con la testa nella portiera: soccorsa donna

  • Valassina, lavori di manutenzione nel tunnel di Monza: le chiusure tra il 16 e il 20 dicembre

  • Incidente in Valassina, scontro tra tre auto: due persone in ospedale

  • Bovisio Masciago, mercoledì apre il nuovo supermercato Iperal

  • Incidenti stradali, tre ragazzini investiti in ospedale in mezz'ora in Brianza

Torna su
MonzaToday è in caricamento