Sette lavori scientifici del CAM presentati al 75mo congresso nazionali SIMLII

L’impegno del CAM nella ricerca scientifica tradotto in risultati di pubblica utilità.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

SETTE LAVORI SCIENTIFICI DEL CAM VERRANNO PRESENTATI AL 75° CONGRESSO NAZIONALE
SIMLII


L’impegno del CAM nella ricerca scientifica tradotto in risultati di pubblica utilità.
Monza, 10 Ottobre 2012 - Il CAM, Centro Analisi Monza, è l’unico centro nel suo genere del territorio monzese, convocato al 75° Congresso Nazionale SIMLII (Società Italiana di Medicina del Lavoro ed Igiene Industriale). Saranno sette i lavori scientifici del CAM, presentati nell’ambito del prestigioso Convegno che si terrà presso la sede congressuale della Fiera di Bergamo dal 17 al 19 ottobre 2012.
I collaboratori del CAM, chiamati a relazionare al Convegno, approfondiranno diverse tematiche legate al mondo della medicina del lavoro e alla sua sicurezza. Questi gli argomenti affrontati, frutto di anni di ricerca ed osservazione sul campo da parte di squadre multidisplinari di medici specialisti CAM, in collaborazione con il Consorzio per lo Sviluppo della Medicina Occupazionale ed Ambientale*:
· valutazione della funzionalità osteomuscolare residua tramite l’analisi computerizzata del movimento nei lavoratori del comparto edile;
· profilassi vaccinale antitetanica ed antiepatite B, con studi di problematiche applicative della norma e stato attuale della copertura tra i lavoratori del Comparto Edile in Lombardia;
· valutazioni bioumorali sul consumo di stupefacenti nei lavoratori a rischio: criticità tecniche, limiti e possibilità di  incremento della efficacia della norma;
· utilizzo della pedana stabilometrica computerizzata come ausilio nella definizione della idoneità al lavoro in altezza nel comparto edile;
· sorveglianza sanitaria dei Volontari della Croce Rossa Italiana: limiti normativi e problematiche tecnico scientifiche e riferimento all'esperienza del Comitato Provinciale CRI di Monza e Brianza;
· sorveglianza sanitaria nelle Università: problemi organizzativi, medico legali e tecnico scientifici, con riferimenti all'esperienza della Università di Milano Bicocca.

Per la Direzione del CAM è motivo di profondo orgoglio constatare che ben sette lavori di studio e ricerca svolti in èquipes sono stati accolti e saranno presentati in questo convegno nazionale, a conferma, ancora una volta, dell'alto livello di professionalità raggiunto dalla struttura. Grazie alla competenza dell'intero staff e alla collaborazione con enti accademici e università italiane ed europee, il CAM si riconferma punto di riferimento nazionale nel campo della medicina del lavoro.
* Nel 2001 nasce, su iniziativa del CAM, il Consorzio per lo Sviluppo della Medicina Occupazionale e Ambientale,
ente finalizzato allo sviluppo della Medicina del Lavoro, della Medicina Preventiva e dell’Igiene Industriale nei loro
aspetti applicativi e di ricerca. Il Consorzio è costituito dal CAM, l’Università di Milano Bicocca, l’Azienda Ospedaliera
San Gerardo e la Fondazione Maugeri di Pavia. Rappresenta la prima iniziativa a livello nazionale basata sulla
cooperazione tra enti sanitari e di ricerca pubblici e privati per promuovere la cultura della salute e della sicurezza
negli ambienti di lavoro.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento