Da Monza ai luoghi colpiti dal sisma per portare un aiuto concreto: grazie a un monzese nasce il Cammino della Solidarietà

Un itinerario che porterà i partecipanti alla scoperta di una parte del Cammino di San Benedetto raggiungendo i luoghi colpiti dal sisma dando un contributo per far ripartire il turismo e il commercio

Un territorio da ricostruire, da riedificare e dove far fiorire di nuovo la speranza del futuro. Per dare un contributo concreto ai luoghi colpiti dal sisma oltre alle donazioni a distanza, alle collette e alla solidarietà organizzata, c'è qualcuno che ha pensato di fare qualcosa di diverso. 

Maurizio Ornella, monzese, 32 anni, ha ideato e organizzato il Cammino della Solidarietà, un itinerario nei luoghi colpiti dal terremoto e flagellati dal maltempo per far ripartire il turismo e il commercio e portare un piccolo contrbuto a località che hanno ancora qualcosa di bellissimo da offrire.

"L'idea è quella di intraprendere Il Cammino della solidarietà. Si tratta di percorrere una parte del Cammino di San Benedetto, che attraversa le aree geografiche coinvolte nel sisma. Da Norcia a Rieti ( in 4 giorni) lungo le pendici dell'Appennino, attraverso luoghi dove la natura e il silenzio regnano sovrani e dove piccoli borghi e santuari fanno da cornice alla vita di San Benedetto. Una parte di Italia segreta e nascosta che merita di essere scoperta e aiutata con il nostro piccolo contributo" spiega Maurizio. 

L'idea di dar vita a questa iniziativa è natta dalla passione per i pellegrinaggi lungo le rotte della fede. "Da questa esperienza che fa emergere i valori di umanità, aggregazione e solidarietà" - spiega Maurizio - "ha preso forma il progetto per portare un aiuto concreto ai territori colpiti dal sisma e dare una mano per far ripartire l'economia e il turismo". 

Lo scopo è quello di dare un piccolo aiuto alle località colpite da sisma per dare una mano al commercio e al turismo a riprendersi. Anzichè inviare a Norcia e dintorni viveri e fondi a distanza, il Cammino consentirà di raggiungere le zone terremotate e riscoprire i loro tesori, la loro bellezza e la spiritualità che caratterizza queste terre, aiutando la popolazione, gli albergatori e i commercianti a rimettersi in gioco.

L'iniziativa, partita da Monza, ha già raccolto numerose adesioni da tutta Italia e ad oggi 230 persone hanno confermato la propria partecipazione. La partenza è in programma a ridosso di Pasqua, venerdì 14 aprile. Le tappe programmate sono quattro e il cammino terminerà lunedì 17 aprile. Il primo giorno si raggiungerà la zona di Norcia e sabato mattina tutti i partecipanti si sono dati appuntamento in pizza per proseguire poi con la tappa Norcia - Cascia (17 km). Domenica invece si percorreranno i 17 km che consentiranno di raggiungere Monteleone di Spoleto mentre il Lunedì dell'Angelo ci si sposterà a Leonessa.

"Norcia e il Centro Italia non sono solo i 'luoghi del disastro' ma località bellissime che sono ancora in grado di accogliere" conclude Maurizio Ornella.

Per partecipare all'iniziativa si possono trovare tutte le informazioni utili sulla pagina Facebook dedicata "Il Cammino della Solidarietà" dove sono disponibili anche notizie logistiche sul percorso, sulle strutture e sui trasporti disponibili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento