Cronaca Vimercate / Via Adige

Vimercate, l'autopsia: anziani uccisi con un unico colpo alla testa

Sarebbe stato un colpo al cranio (ad esempio con un martello) a stroncare la vita dei due anziani, forse mentre erano addormentati. Si fa strada l'ipotesi dell'omicidio premeditato

L'autopsia sui corpi di Antonio Campanini e Azucena Moreno Laino, la coppia di anziani uccisi il 5 gennaio a Vimercate, non ha dato grandi novità. Confermate le ferite al cranio dei due, e (rimosse le tracce di sangue) non sono state scoperte altre ferite.

Il medico legale quindi conclude che siano stati uccisi con un colpo alla testa, per mezzo di un corpo contundente di grande peso, e che non si siano difesi: forse erano addormentati. L'arma potrebbe essere un martello o una mazza da baseball. E' quasi certo che l'assassino abbia colpito i due anziani alle spalle, mentre appunto erano seduti sulle poltrone. Intanto nei prossimi giorni si conoscerà l'esito delle analisi che i Ris di Parma stanno conducendo sui reperti rinvenuti e raccolti nella villetta.

Continuano gli interrogatori: dopo i familiari sono stati ascoltati dai carabinieri (coordinati dal pm Vincenzo Nicolini) molti conoscenti della coppia. Secondo gli investigatori sarebbe più probabile l'ipotesi della premeditazione. Non c'è nell'appartamento alcun segno di una rapina finita male, tutto è in perfette condizioni.

Sarebbe stato Aldo Campanini, 40 anni, figlio del defunto, a riconoscere la salma del padre. Ma (secondo una indiscrezione tutta da verificare)si sarebbe rifiutato di riconoscere quella della donna argentina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vimercate, l'autopsia: anziani uccisi con un unico colpo alla testa

MonzaToday è in caricamento