Cronaca

Il covid annulla la Sagra del Masciocco: troppa burocrazia e paura per i contagi

Per il secondo anno non si svolgerà la festa di Ferragosto a Camparada

Sagra del Masciocco (Foto dal gruppo Facebook Amici del Masciocco)

L’emergenza sanitaria e l’aumento dei contagi fermano (per il secondo anno) la Sagra del Masciocco a Camparada.

L’annuncio nella giornata di martedì 20 luglio sulla pagina Facebook del gruppo che da quarant'anni organizza la manifestazione che nella settimana di Ferragosto raduna migliaia di brianzoli rimasti in città.

“Abbiamo aspettato quasi fino all'ultimo e ragionato sulla possibilità di organizzare o meno la nostra sagra – spiegano gli organizzatori - È stato un anno difficile per tutti, nessuno escluso. Qualcuno purtroppo ci ha lasciato e ora ci segue da lassù. Se da un lato, la ripartenza avrebbe rappresentato una valvola di sfogo, dall'altro dobbiamo però fare i conti con la situazione che stiamo attraversando”.

Da qui la scelta di annullare, anche per quest’anno, la manifestazione fatta di musica, buon cibo e tanta allegria. Troppi i problemi, anche dal punto di vista organizzativo, per garantire una festa in totale sicurezza per i volontari che lavorano alla Sagra, e per i partecipanti.

“È una scelta sofferta, perché si stringe il cuore al pensiero di dover rimanere a braccia conserte anche quest'anno concludono ma siamo convinti che sia la decisione più saggia e responsabile.Non possiamo però che essere speranzosi in vista del prossimo anno, augurandoci di rivederci nella nostra bella cascina e tornare a far festa tutti insieme”.

L’ultima edizione, la 40esima, nel 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il covid annulla la Sagra del Masciocco: troppa burocrazia e paura per i contagi

MonzaToday è in caricamento