Cronaca

Cucciolo rinchiuso in un armadio da giorni a Sovico salvato dall’Enpa

Grazie a una segnalazione il piccolo è stato liberato. La storia

Il cucciolo rinchiuso nell'armadio

Chiuso dentro un armadio, al buio, con una grossa catena legata al collo. E appena il piccolo cucciolo di cane, sei mesi appena, abbaiava, il proprietario lo minacciava con un bastone. E’ stata una segnalazione arrivata all’Enpa di Monza e Brianza a far scattare l’intervento del Nucleo Antimaltrattamenti dell’Associazione Nazionale Protezione Animali. 

I proprietari hanno spiegato ai volontari di aver adottato il cane tramite social media dalla Campania e di essersi resi conto che era troppo impegnativo da gestire. 

Il piccolo, ribattezzato “Cricket”, è stato portato via dalla famiglia e accolto al canile di Monza in via San Damiano. Qui gli operatori hanno dovuto tagliare la pettorina che, mai cambiata dalla data dell’adozione, era ormai visibilmente stretta, visto che il cucciolo era ovviamente cresciuto.

Una successiva visita veterinaria ha confermato per fortuna, le discrete condizioni di salute. Il Nucleo Antimaltrattamento, congiuntamente con le autorità giudiziarie, valuterà le opportune azioni legali. Presto potrà essere adottato e trovare finalmente una famiglia disposta ad accoglierlo e a prendersi cura di lui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucciolo rinchiuso in un armadio da giorni a Sovico salvato dall’Enpa

MonzaToday è in caricamento