Cani e gatti in ospedale: ecco le regole per l'ingresso

La comunicazione della Asst di Vimercate relativa ai presidi sanitari di Seregno, Giussano, Carate Brianza e Vimercate stessa

Niente più cartelli di divieto di accesso per cani e gatti negli ospedali della Lombardia. Gli amici a quattro zampe ora, anche in Brianza, sono i benvenuti.

Il via libera all'ingresso degli animali d'affezione nelle strutture ospedaliere della regione è arrivato dall’assessore regionale Giulio Gallera che ha annunciato che Regione Lombardia è stata la prima regione ad approvare il regolamento “recante norme che prevedono l’accesso di animali d’affezione alle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private accreditate”. In Brianza l’Asst Vimercate a tempo di record ha rimosso negli ospedali di Vimercate, Carate Brianza, Giussano e Seregno i cartelli che proibivano l’accesso agli animali sostituendoli con quelli nuovi con la scritta: “Cane & gatto. In ospedale di può”.

CARTELLO CANI-2

Tra le finalità dell'accesso di animali (regolata da apposite norme e disposizioni) c'è la volontà di assicurare la continuità della relazione empatico-affettiva tra i degenti e i loro animali e la possibilità di generare un effetto motivazionale utile a superare le difficoltà in atto del degente.

Norme per l'ingresso in ospedale di cani e gatti

L’animale deve essere condotto con modalità e supporti adeguati a ogni specie, nel rispetto del loro benessere (collari, pettorine, trasportini, guinzaglio di lunghezza adeguata, museruola, ecc.), così come di quello delle persone circostanti. Il proprietario dell’animale deve evitare qualsiasi disturbo mantenendo il costante controllo dell’animale nel rispetto delle norme igieniche, di gestione e sicurezza. E’ fatto obbligo a chiunque conduca gli animali, di raccogliere eventuali deiezioni e avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle stesse. Il mancato rispetto delle indicazioni e norme comporta l’allontanamento dell’animale. I cani devono essere condotti con guinzaglio e museruola mentre i gatti devono essere tenuti nell’apposito trasportino e, se liberati, devono essere mantenuti con idoneo guinzaglio. Il cane deve essere iscritto all’anagrafe degli animali d’affezione. L’accompagnatore dell’animale dovrà disporre di documentazione sanitaria, quale il libretto sanitario oppure un certificato sanitario di buona salute attestante che l’animale è stato sottoposto a periodico controllo veterinario nei dodici mesi precedenti. Il proprietario/conduttore è responsabile civilmente e penalmente dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocate dal proprio animale.

Le aree dove è consentito l'accesso

L’accesso di animali d’affezione negli ospedali della ASST Vimercate è consentito:

- P.O. Vimercate: esclusivamente nell’area dedicata all’accoglienza: atrio prenotazioni C.U.P., area commerciale.

- P.O. Carate: esclusivamente nell’area dedicata all’accoglienza: atrio prenotazioni C.U.P., area commerciale.

- P.O. Giussano: in tutte le aree, rispettando le regole imposte per la custodia, salvo che per i cani di grossa taglia per cui è necessario prendere accordi preventivi con il responsabile del presidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- P.O. Seregno: nell’area dedicata all’accoglienza: atrio prenotazioni C.U.P. L’accesso in altre aree può essere consentito previa richiesta da valutarsi a cura della Direzione medica di presidio. Le aree di accesso sono segnalate con idonea cartellonistica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento