rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
In città / Seregno

Seregno, parte il maxi cantiere di sei mesi per sostituire mezzo chilometro di fognature

Previste modifiche alla viabilità in città con chiusure al traffico a tratti o sensi unici alternati

Sei mesi di cantiere e un maxi progetto da oltre 782mila euro di invetimento per rinnovare poco più di mezzo chilometro di acquedotto. Partiranno lunedì 25 settembre i lavori per sostituire una prima tratta d’acquedotto situata in prossimità dei confini con Mariano Comense con il coinvolgimento di cinque arterie: via Adua, Atene, per Mariano, Orcelletto, Cellini oltre ad una serie di aree private.

Nell’arco di circa sei mesi, come spiegato da Brianzacque, si procederà alla rimozione delle condotte esistenti, datate e soggette a perdite. Al loro posto, verranno posate nuove tubature in polietilene ad alta resistenza. Grazie a quest’attività, BrianzAcque stima di recuperare una perdita idrica di 28,12 metri cubi al giorno, pari a 10.263 mc all’anno. I cantieri con scavo a cielo aperto saranno “sorvegliati” da archeologi così come disposto dalla Soprintendenza in relazione al potenziale rischio di rinvenimento di reperti archeologici.

Le modifiche alla viabilità

Per le strade man mano interessate dai lavori si prospetta la chiusura a tratti per il traffico veicolare con accesso garantito ai residenti e accesso pedonale con adeguato preavviso ai residenti tratta per tratta. In via per Mariano la circolazione sarà invece gestita attraverso l’istituzione di un senso unico alternato regolato da semaforo o da movieri. A cantieri ultimati, BrianzAcque provvederà al riallaccio delle utenze.

“I fondi del Pnrr sono una spinta formidabile per accelerare un nostro grande progetto di svecchiamento e di smartizzazione degli acquedotti della Brianza portandoli a standard sempre più elevati anche rispetto alla medie di dispersione idrica che si registrano in Italia” ha commentato il presidente e Ad dell’utility dell’idrico brianzolo, Enrico Boerci.

“È davvero importante e prezioso questo intervento di riqualificazione che Brianzacque sta per attuare a infrastrutture che, non essendo immediatamente visibili, talora tendono ad essere un po’ trascurate – ha aggiunto il sindaco, Alberto Rossi -. Ringrazio per la prontezza e la professionalità con cui la nostra azienda che gestisce il servizio idrico integrato a tradotto l’opportunità del Pnrr in valore aggiunto per il territorio”.

Nel 2024 a “finire sotto i ferri” saranno via Bologna e via Locatelli, in zona Santa Valeria. Se il rinnovo delle reti idriche è alle battute iniziali, Seregno rappresenta una delle punte più avanzate rispetto all’operazioni di distrettualizzazione e di digitalizzazione del sistema di distribuzione dell’acqua con elevati livelli di automazione. In particolare, nel centro brianzolo, la campagna di sostituzione dei contatori tradizionali con smarts meters telecontrollati da remoto per il monitoraggio in tempo reale di consumi e di eventuali anomalie ha già interessato quasi 3 mila contatori su un totale di 10 mila circa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seregno, parte il maxi cantiere di sei mesi per sostituire mezzo chilometro di fognature

MonzaToday è in caricamento