Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Tornare nelle terre del sisma per aiutare, monzese organizza Capodanno a Norcia

Dopo il Cammino della Solidarietà dello scorso aprile, Maurizio Ornella, 32 anni, monzese, organizza una nuova iniziativa solidale

Tornare nelle terre colpite dal sisma e aiutare i luoghi colpiti dal terremoto a rinascere. Un Capodanno solidale, da condividere per portare un messaggio di speranza e rinascita a chi è meno fortunato e continua a lottare per ricostruirsi un futuro.

Questa l'iniziativa che Maurizio Ornella, 32 anni, ha pensato per un Capodanno differente. Il giovane, già organizzatore del Cammino della Solidarietà tenutosi lo scorso aprile 2017, in occasione di Pasqua, aveva portato nelle terre colpite dal terremoto un gruppo entusiasta di persone che avevano scelto di sostenere l'idea di Maurizio per aiutare a far ripartire il turismo di quei territori che avevano ancora una storia bellissima da raccontare.

Ora, a distanza di mesi, Maurizio ha scelto di tornare nelle terre del sisma e di dare vita a una nuova iniziativa solidale. "Lo scopo è tornare a Norcia e passare il Capodanno con persone più sfortunate di noi e dare un significato differente alla serata del 31 dicembre" ha spiegato Maurizio Ornella. Non sarà un iniziativa di cammino ma di aggregazione solidale per ritrovare il senso di comunità e stringersi attorno a chi abita quei luoghi per aiutarli a ricostruire, acquistando i loro prodotti e dando un nuovo impulso al turismo.

Al momento sono già una quarantina le persone che hanno scelto di partecipare al Capodanno nelle Terre del Sisma ma le adesioni sono ancora aperte (tutte le informazioni nella pagina ufficiale dell'evento). Per chi sceglierà di unirsi sono disponibili due diverse soluzioni: il Cenone con pernottamento presso la Pro Loco di Norcia, al quale sarà presente anche il presidente Roberto Sbriccoli con musica, buon cibo, ottima compagnia e passeggiate in mezzo alla natura. La cena ha un costo di 25 euro a persona mentre per il pernottamento sarà gradita un'offerta libera e per la notte ci si sistemerà sulle brandine messe a disposizione dalla pro loco (portarsi il sacco a pelo). Le adesioni e le offerte permetteranno di dare un contributo concreto al progetto che punta a creare un'area-camper in Val Nerina per rimettere in moto il turismo e il futuro di queste terre.

La seconda soluzione invece prevede la sosta press l'Ostello il Capisterium a Norcia, struttura da poco riaperta dopo essere stata distrutta durante il sisma.

Per tutte le informazioni sull'iniziativa, il programma e le adesioni consultare la pagina ufficiale dell'evento

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornare nelle terre del sisma per aiutare, monzese organizza Capodanno a Norcia

MonzaToday è in caricamento