Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

La Regina torna a casa: ultimati i restauri nella Cappella di Teodolinda

Dopo sei anni di interventi il ciclo di affreschi che narra le vicende della principessa bavara che ha legato la sua storia a Monza è tornato patrimonio del mondo intero

Sei anni di lavori, di interventi minuziosi e delicati che la restauratrice Anna Luchini, insieme alla sua équipe, ha portato a termine magistralmente, restituendo al suo originario splendore il ciclo di pitture gotiche che racconta, per immagini, la vita della Regina dei Longobardi a cui Monza ha legato le sue radici.

La Cappella di Teodolinda, con le sue 45 scene dipinte in origine dagli Zavattari, che ritraggono per episodi i momenti salienti della storia della principessa bavara divenuta regina cristiana, è tornata ora visibile al pubblico.

I restauri, iniziati il 21 maggio del 2009, sono terminati a dicembre 2014 e gli affreschi, capolavoro dell'arte gotica, ora sono pronti a mostrarsi al mondo intero.

Guarda qui il video degli affreschi dopo l’intervento.

L’intervento ha richiesto un investimento di circa 3milioni di euro al cui finanziamento hanno partecipato la Fondazione Gaiani, Regione Lombardia, il World Monuments Fund Europe, organizzazione privata senza scopo di lucro dedita alla conservazione di siti e monumenti nel mondo, la Marignoli Foundation e la Fondazione Cariplo.

Far riemergere dal peso del tempo, dell’incuria e ancora dai danni causati dall’umidità e dal fumo nero di candele e fuochi i 500 metri quadrati di affreschi che si susseguono lungo cinque registri sovrapposti non è stato semplice.

“L’opera era in serio pericolo, presentava spessi depositi incoerenti che ne impedivano la corretta lettura, gran parte del film pittorico era decoeso dal supporto, le lamine metalliche in più zone erano sollevate, così pure i pochi ma significativi frammenti di lacche rosse, resinati di rame, lapislazzuli e malachite che impreziosivano un tempo l’opera. Gli intonaci presentavano importanti distacchi dalla muratura con il rischio cadute e crolli” ha spiegato la restauratrice Anna Lucchini.

Guarda il video in cui spiega il lavoro svolto.

Soddisfazione durante la presentazione del grande ritorno di Teodolinda è stata espressa anche da chi si è impegnato in prima linea per il progetto, tra cui Franco Gaiani, Presidente della Fondazione Gaiani, Bertrand Du Vignaud, Presidente del World Monuments Fund Europe, Arnoldo Mosca Mondadori, consigliere d’amministrazione delegato alla Cultura della Fondazione Cariplo e l’assessore alle Culture, Autonomie e Identità di Regione Lombardia Cristina Cristina Cappellini.

“Con grande soddisfazione ripresentiamo al pubblico, in tutto il suo splendore, questo gioiello del nostro territorio che torna a essere patrimonio di tutti i cittadini monzesi e lombardi ma che dovrà essere un’attrazione culturale importante anche a livello internazionale” ha commentato l’assessore Cappellini.

La Cappella di Teodolinda da febbraio ad aprile sarà visibile per piccoli gruppi e con percorsi particolari solo su prenotazione: verranno mantenuti i piani dei ponteggi del cantiere di restauro per vivere in anteprima l’emozione che la Cappella di Teodolinda saprà dare. Subito dopo, i ponteggi saranno smontanti e la Cappella sarà inaugurata ufficialmente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regina torna a casa: ultimati i restauri nella Cappella di Teodolinda

MonzaToday è in caricamento