Cronaca

Un cappotto per chi ha freddo, torna l'iniziativa solidale a Monza

Per il secondo anno in città Salvagente in prima linea per aiutare chi è in difficoltà

I cappotti appesi a un albero a Monza

A Monza sugli alberi spuntano cappotti. Dopo il grande successo dell'iniziativa sociale di Salvagente dello scorso anno che ha messo a disposizione cappotti e giacche per i meno fortunati contro il freddo, da prendere o donare liberamente, con l'arrivo delle temperature rigide a Monza si torna a combattere l'inverno con la generosità.

"Non ci interessa chi sei, perchè sei in strada, o perchè non puoi permetterti un cappotto… non ci interessa neppure da dove vieni. Ci interessa che questi indumenti possano donarti un sorriso, una notte meno difficile, ma soprattutto speranza". Con queste parole Mirko Damasco, anima di Salvagente Monza, ha riassunto il significato dell'iniziativa solidale che per il secondo anno è protagonista a Monza. Questa volta ad accogliere i cappotti non saranno solo stand a ridosso di esercizi commerciali ma anche gli alberi.

"Continua il progetto per rendere meno duro l'inverno di chi ne ha bisogno, per diffondere la magia del Natale e per creare una vera rete solidale" spiegano dall'associazione. Oltre ai punti di scambio già attivi (la lista è consultabile qui: 
https://www.salvagenteitalia.org/scambio-cappotti/) i cappotti hanno trovato spazio anche sugli alberi della città.

"Vogliamo vedere gli alberi di Monza e di tutte le città italiane pieni" hanno anunciato da Salvagente.

cappotti2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un cappotto per chi ha freddo, torna l'iniziativa solidale a Monza

MonzaToday è in caricamento