Cronaca

Abbandona la capra davanti al canile: la famiglia dell'Enpa si allarga

L'animale, che aveva partorito da poco, probabilmente era destinato alla macellazione clandestina

La capra Iolanda

Qualcuno, evidentemente, l'ha scaricata davanti al cancello dell'Enpa certo che lì avrebbe trovato e ricevuto le dovute cure. Non si tratta però dell'abbandono di un cane, un gatto, un coniglio o un criceto. 

Bensì di una bella (e giovane) capretta di razza francese, ribattezzata Iolanda.La capretta, da un bellissimo manto bianco,probabilmente aveva partorito da poco avendo le mammelle ancora gonfie.

Non voleva credere ai suoi occhi la volontaria dell'Ente nazionale protezione animali di Monza che l'ultima domenica di maggio, davanti all'ingresso del rifugio, ha trovato questa nuova ospite. 

La marca auricolare all’orecchio era stata rimossa. Molto probabilmente la capretta deve essere stata venduta per una di quelle macellazioni clandestine, purtroppo frequenti anche nella nostra zona, e chissà come è riuscita a fuggire e a eludere un destino altrimenti per lei già segnato. E che fine avrà fatto il suo piccolo? Nonostante le ricerche dei volontari, in zona non ce n’era traccia.

La capretta è stata immediatamente visitata dai veterinari dell'Ats: non era in buona salute. Una dissenteria conseguenza di un'alimentazione non adeguata. L'animale, grazie alle cure dei volontari dell'Enpa, si è rimesso in forma: ora sta bene ma, come la prassi vuole, si trova in isolamento in attesa dell’esito dell’esame cui è stata sottoposta per la brucellosi.

Iolanda va così a fare compagnia alle  sette caprette “garibaldine”  e a  Patty e Selma, trovate a vagabondare per le vie di Concorezzo a metà aprile.

Naturalmente Iolanda e compagne possono essere adottate: per possedere caprini e ovini è necessario avere un’autorizzazione specifica e il codice di stalla, oltre a disporre dello spazio idoneo alle loro necessità etologiche.

Chi è interessato all'adozione può inviare un'email a  selvatici@enpamonza.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandona la capra davanti al canile: la famiglia dell'Enpa si allarga

MonzaToday è in caricamento