rotate-mobile
Festa dell'Arma

Il Tricolore sul Duomo e l'Inno di Mameli in piazza: la festa dell'Arma e gli encomi

Durante la cerimonia per il 208esimo anniversario di fondazione dell'Arma dei carabinieri sono stati consegnati gli encomi ai militari che si sono distinti nelle attività di servizio. Ecco tutti i premiati

Martedì sera a Monza, in piazza Duomo, il comando provinciale dei carabinieri di Monza e Brianza e l'Associazione Nazionale Carabinieri del capoluogo brianzolo hanno celebrato il 208esimo anniversario di fondazione dell'Arma con una cerimonia a cui hanno preso parte autorità civili e militari e che è stata occasione di festa anche per i cittadini. Monza si è vestita a festa con il Tricolore proiettato sulla facciata del Duomo che ha fatto da scenografia - suggestiva e unica - per lo schieramento composto da una trentina di militari in grande uniforme storica e dalla Fanfara del 3° Reggimento Lombardia che ha accompagnato e scandito le fasi della cerimonia ed emozionato il pubblico con una versione speciale dell'Inno di Mameli, intonato dall'appuntato Margot Zappalà.

La Festa dell'Arma dei carabinieri a Monza

Alle celebrazioni dell'anniversario della Benemerita ha voluto essere presente anche il patron del Monza Calcio Silvio Berlusconi che ha assistito all'intera cerimonia insieme alla compagna Marta Fascina. Insieme al messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella indirizzato ai carabinieri in servizio e in congedo alle loro famiglie è stata letta la nota del comande generale dell'Arma Teo Luzi. Il colonnello Gianfilippo Simoniello, comandante provinciale dei carabinieri di Monza Brianza, nel suo discorso ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti e per l'impegno quotidiano dei militari nel contrasto alla criminalità sul territorio toccando il tema della violenza domestica e di genere, delle truffe agli anziani e della microcriminalità giovanile. 

Momenti di commozione per la consegna del premio Maresciallo Antonino De Gaetano, storico riconoscimento annualmente assegnato dall'Associaizone Nazionale Carabinieri di Monza che quest'anno è stato conferito dal presidente Vito Potenza alla memoria del Dottor Walter Mapelli. "Entrato in magistratura nel 1985, è approdato al Tribunale di Monza nel 1987, rimanendovi per quasi 30 anni, per poi trasferirsi, nel 2016, al Tribunale di Bergamo dove assunse l’incarico di Procuratore Capo. Da uomo di legge eda Sostituto Procuratore della Repubblica, Walter Mapelli è stato protagonista di numerose ed importanti inchieste che hanno fatto epoca in Brianza e non solo, dimostrando professionalità, concretezza e straordinario senso dello Stato. Ci ha lasciati all’età di 61 anni e oggi, più che mai, Walter Mapelli rappresenta un fulgido esempio per i suoi giovani colleghi che hanno intrapreso la carriera in magistratura". A ritirare il premio è stata la vedova Mapelli, la signora Laura Canegrati.

Durante la cerimonia sono stati anche consegnati gli encomi ai militari che si sono distinti nell'attività di servizio. 

L'elenco dei premiati

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “SICILIA" al maggiore Arcangelo Maiello

"COMANDANTE DI COMPAGNIA IMPEGNATA IN TERRITORIO CARATTERIZZATO DA ELEVATO INDICE DI CRIMINALITÀ, EVIDENZIANDO ELEVATA PROFESSIONALITÀ, RADICATO SENSO DEL DOVERE E SPICCATO INTUITO INVESTIGATIVO, DIRIGEVA,PARTECIPANDOVI PERSONALMENTE, UNA COMPLESSA INDAGINEFINALIZZATA A DISARTICOLARE UN SODALIZIO CRIMINALE, DEDITO ALTRAFFICO ED ALLO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI. L’OPERAZIONE CHE SI CONCLUDEVA CON L’ESECUZIONE DI UN’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE A CARICO DI 26 INDAGATIRESPONSABILI, A VARIO TITOLO, DI ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE FINALIZZATA  AL TRAFFICO ED ALLO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI ED ESTORSIONE E CON IL SEQUESTRO DI UN CONSISTENTE QUANTITATIVO DI DROGA, SUSCITAVA POSITIVI COMMENTI NELL’OPINIONE PUBBLICA COSì ACCRESCENDO IL PRESTIGIO DELL’ISTITUZIONE”.

Provincia di Messina, novembre 2018 - 28 agosto 2020

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LOMBARDIA” al Luogotenente carica speciale Giuseppe Vecchio 

“NEGOZIATORE ADDETTO AL NUCLEO INVESTIGATIVO DI COMANDOPROVINCIALE, INTERVENUTO, IN DUE DIVERSE CIRCOSTANZE, NELLE PERTINENZE DELLE ABITAZIONI DI DUE UOMINI CHE, ARMATI RISPETTIVAMENTE DI COLTELLO E PISTOLA, SI ERANO BARRICATI ALL’INTERNO DEI LORO APPARTAMENTI MINACCIANDO GESTI ESTREMI, EVIDENZIANDO ELEVATA PROFESSIONALITÀ E PERSEVERANTE IMPEGNO, CONDUCEVA LE ESTENUANTI TRATTATIVE CON GLI ESAGITATI, RIUSCENDO A FARLI DESISTERE DAI LORO PROPOSITI E ADINDURLI ALLA RESA, SCONGIURANDO TRAGICHE CONSEGUENZE”.

Arcore e Nova Milanese, 23 aprile - 4 maggio 2021

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LOMBARDIA” al luogotenente carica speciale Biagio Iscaro, al luogotenente carica speciale Stefano Di Bartolo, all'appuntato scelto qualifica speciale Salvatore Iozzia

“ADDETTI A NUCLEO INVESTIGATIVO DI COMANDO PROVINCIALE, EVIDENZIANDO PROFESSIONALITÀ E PERSEVERANTE IMPEGNO, FORNIVANO DETERMINANTE CONTRIBUTO AD ARTICOLATA  ATTIVITÀ DI INDAGINE NEI CONFRONTI DI UN’ORGANIZZAZIONE CRIMINALE DEDITA, TRA L’ALTRO, AI FURTI PERPETRATI IN DANNO DI SPORTELLI BANCOMAT MEDIANTE LA C.D. TECNICA BLACK BOX. L’OPERAZIONE, CHE SI CONCLUDEVA CON L’ARRESTO, SU PROVVEDIMENTO SPECCHIO CONSEGNA RICOMPENSE DELL’A.G., DI 9 SODALI ED IL DEFERIMENTO DI ULTERIORI 3 CORREI, CONTRIBUIVA AD ACCRESCERE L’IMMAGINE ED IL PRESTIGIO DELL'ISTITUZIONE ANCHE A LIVELLO INTERNAZIONALE”.

Nord Italia e territorio estero, settembre - dicembre 2020

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LOMBARDIA” al maresciallo maggiore Antonio Piredda

“ADDETTO A NORM DI COMPAGNIA DISTACCATA, EVIDENZIANDO PROFESSIONALITÀ ED IMPEGNO, FORNIVA DETERMINANTE CONTRIBUTO AD ATTIVITÀ D'INDAGINE NEI CONFRONTI DI UN GRUPPO CRIMINALE DEDITO AI FURTI IN ABITAZIONE. L’OPERAZIONE, CHE PERMETTEVA DI ATTRIBUIRE AL SODALIZIO LA RESPONSABILITÀ DI 47 AZIONI PREDATORIE, SI CONCLUDEVA  ASSICURANDO ALLA GIUSTIZIA, 9 MALVIVENTI, DI CUI 5 IN STATO DI ARRESTO, NONCHÉ CON ILRECUPERO DI PARTE DELLA REFURTIVA”.

Province lombarde, dicembre 2020 - giugno 2021

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LOMBARDIA” al maresciallo capo Anania Giuseppe Convertini e al vice brigadiere Diego Erriu

“ADDETTO A STAZIONE DISTACCATA, EVIDENZIANDO PROFESSIONALITÀ E DETERMINAZIONE, NON ESITAVA AD AFFRONTARE UN MALVIVENTE CHE, SIMULANDO IL POSSESSO DI UN ORDIGNO ARTIGIANALE ED ARMATO DI PISTOLA, STAVA PERPETRANDO UNA RAPINA AI DANNI DI UN ESERCIZIO COMMERCIALE, RIUSCENDO, AL TERMINE DI DELICATA OPERA DI PERSUASIONE, AD INDURLO ALLA RESA. L’INTERVENTO SI CONCLUDEVA CON L’ARRESTO DEL MALFATTORE ED IL SEQUESTRO DELL’ARMA UTILIZZATA PER COMPIERE L’AZIONE DELITTUOSA”.

Cesano Maderno (MB), 6 aprile 2021

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LOMBARDIA” al vice brigadiere Matteo Cappeddu

“ADDETTO A STAZIONE DISTACCATA, INTERVENUTO PRESSO UN ESERCIZIO COMMERCIALE OVE UN MALVIVENTE, SIMULANDO IL POSSESSO DI UN ORDIGNO ARTIGIANALE ED ARMATO DI PISTOLA, STAVA PERPETRANDO UNA RAPINA, EVIDENZIANDO PROFESSIONALITÀ E DETERMINAZIONE, GARANTIVA LA NECESSARIA CORNICE DISICUREZZA AD ALTRI MILITARI DURANTE LA DELICATA OPERA DI PERSUASIONE ESITATA CON LA RESA E L’ARRESTO DEL MALFATTORE. L’INTERVENTO SI CONCLUDEVA, INOLTRE, CON IL SEQUESTRO DELL’ARMA UTILIZZATA PER COMPIERE L’AZIONE DELITTUOSA”.

Cesano Maderno (MB), 6 aprile 2021

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LOMBARDIA" all'appuntato scelto qualifica speciale Vincenzo Spataro e al carabiniere Marco Bongiorno

“ADDETTI A TENENZA, EVIDENZIANDO PROFESSIONALITÀ EDINIZIATIVA, TRAEVANO IN ARRESTO, UN UOMO CHE, ARMATO DICOLTELLO, AVEVA POCO PRIMA FEROCEMENTE AGGREDITO LA EXCONIUGE. DOPO AVER POSTO IN SICUREZZA IL PREVENUTO, PRESTAVANO, QUINDI, I PRIMI FONDAMENTALI SOCCORSI ALLA VITTIMA, COSÌ SCONGIURANDO PIÙ TRAGICHE CONSEGUENZE”.

Limbiate (MB), 3 marzo 2022.

- ENCOMIO SEMPLICE DEL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI“LOMBARDIA” all'appuntato scelto Agostino Amendola

“ADDETTO A STAZIONE CAPOLUOGO, DANDO PROVA DI SENSO DEL DOVERE, INIZIATIVA E DETERMINAZIONE, NON ESITAVA, A INTRODURSI IN UN EDIFICIO INTERESSATO DA UN INCENDIO, RIUSCENDO A RINTRACCIARE ED A PORRE IN SICUREZZA DUE DONNE RIMASTE ALL’INTERNO, COSÌ SCONGIURANDO PIU GRAVI CONSEGUENZE”.

Monza, 31 dicembre 2021

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tricolore sul Duomo e l'Inno di Mameli in piazza: la festa dell'Arma e gli encomi

MonzaToday è in caricamento