Estorsione a un commerciante, usuraio arrestato a Carate Brianza

Il calvario di un negoziante è durato mesi: aveva chiesto un prestito per un'operazione a un familiare e aveva ricevuto minacce di morte a lui e ai familiari

CARATE BRIANZA – Tremila euro di prestito, quattromila euro di interessi. Il sospetto che quel 48enne fosse un usuraio è diventata certezza quando il povero commerciante – dopo un anno di sacrifici - ha saldato il debito.

Il sollievo per aver pagato quei tremila euro è durato poco perché l’aguzzino ha gettato la maschera e ha pronunciato le fatidiche parole: «Non finisce qui».

Invalido civile con pensione sociale, il 48enne era in realtà un avaro strozzino. Nel suo rapporto con i «clienti» aveva un comportamento quasi ossessivo. Pignolo fino alla minuzia, con calligrafia minuscola e precisa annotava su un piccolo quaderno i nomi dei suoi debitori e quanto dovevano ancora restituire.

Convinto che il suo ex debitore gli dovesse altri quattromila di interessi, il 48enne ha iniziato a perseguitare il povero commerciante: minacce, insulti, pedinamenti e un tono che non lasciava pensare a nulla di buono. Inutilmente il commerciante ha cercato di sostenere che un interesse del 130 per cento fosse eccessivo. L’usuraio non voleva sentire ragioni. Voleva tutti i soldi, costi. E per averli, era disposto a tutto.

A impensierire il negoziante – che aveva chiesto un prestito per pagare un’operazione non rinviabile a un familiare - era il fatto che lo strozzino non aveva esitato a tormentare pure i suoi familiari, minacciando pure loro. Con il tempo le pressioni si erano fatte sempre più perentorie. Così insistenti da diventare quasi insopportabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine dopo un persecuzione durata molti mesi il commerciante è crollato e ha denunciato il 48enne ai carabinieri di Seregno, che lo hanno arrestato per estorsione. I militari hanno sequestrato anche l’agenda del cravattaro e ora gli uomini dell’Arma stanno cercando di accertare quanto fosse vasto il giro di clienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento