rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Carate Brianza / Viale Mosè Bianchi, 9

Classifica Agenas: Carate è il miglior ospedale d'Italia per la maternità

Il Vittorio Emanuele III struttura di eccellenza: a stabilirlo una comparazione di Agenas che mette a confronto i nosocomi di tutta la Penisola. Bene anche Desio per la colicistectomia

Il miglior ospedale italiano dover partorire? E' Carate, il Vittorio Emanuele III. Il dato emerge da una comparazione di Agenas (Agenzia nazionale sanitaria) citata dal Sole 24 ore.  Come sottolinea il quotidiano economico, l'Agenzia pone l'accento sul fatto che non si tratta di una classifica, che per essere tale deve basarsi su elementi quantitativi bilanciati con una dose di sano buon senso.  Ma i numeri, soprattutto se gli intervalli sono ampi, hanno una loro forza, e quello definito dalla "lista" divulgata nei giorni scorsi è un primato che non può che fare piacere. I dati si riferiscono alle prestazioni sanitarie erogate nel corso del 2010. L'ospedale Vittorio Emanuele III di Carate è risultato quello con il minor numero di parti primari con taglio cesareo; un primato, quindi, "alla rovescia" che si spiega col fatto che se il primo parto avviene con taglio cesareo, di norma si ricorre all'intervento chirurgico anche per i successivi. A Carate solo il 4,20% delle nascite avviene con questa metodica, contro una media nazionale del 28,34%. Nella parte bassa della classifica, più di 20 ospedali in cui la percentuale supera il 65%, con punte del 90% in due ospedali palermitani.

Il secondo settore di comparazione riguarda invece gli interventi per l'asportazione della cistifellea  (colicistectomia) eseguiti in laparoscopia, cioè nella maniera meno invasiva. A fronte di un primato vantato dal Policlinico San Pietro di Bergamo (96,90% degli interventi), l'Ospedale di circolo di Desio si piazza a pochissima distanza con un lusinghiero 96,50 %. La media nazionale è  del 90,70% mentre la percentuale più bassa è registrata dall'Ospedale Martini di Torino, col 62,30%.  Per la verità, in fondo ai dati diffusi figura un ospedale bolognese, l'Ospedale Privato Nigrisoli, ma il 4,50% registrato fa pensare - forse sperare - che il dato non sia significativo a causa di una distorsione nella rilevazione.

UN PO' DI STORIA - L'Ospedale di Carate Brianza ha origini antiche: fondato nel 1200, era inizialmente un complesso che metteva a disposizione un medico per le cure e provvedeva al trasporto dei malati più gravi alla Ca' Granda di Milano. La struttura ospedaliera sorse agli inizi del '900. Nel 1974 è iniziata la costruzione di un nuovo edificio e nel 1998 è stato inaugurato il reparto materno infantile. L'inaugurazione della nuova struttura si è svolta nel marzo del 2000.

L'origine dell'Ospedale di Desio risale invece  al 1813 quando la Congregazione di Carità intraprese la costruzione di un padiglione a un piano da destinare ad Ospedale Civile. Nel 1963 fu  Papa Paolo VI a benedire la prima pietra del nuovo complesso. La vecchia sede fu chiusa e i degenti furono gradualmente trasferiti nel nuovo ospedale. La nuova costruzione copre un'area di 7.000 mq, è disposta su 9 piani più un seminterrato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Classifica Agenas: Carate è il miglior ospedale d'Italia per la maternità

MonzaToday è in caricamento