Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Carate Brianza

Carate, stuprata e picchiata per aver chiesto un passaggio: 4 anni

La giovane di 22 anni era stata picchiata e poi violentata in un campo e poi sequestrata sull'auto del nordafricano, che era alla guida della vettura in stato di ubriachezza

CARATE BRIANZA - Picchiata con una violenza inaudita e alla fine violentata. Solo perché lei aveva avuto il «torto» di chiedere un passaggio in auto. Un gesto che per un marocchino di 32 anni, musulmano, aveva equivocato come un segnale (solo secondo lui) di disponibilità sessuale.

Di fronte al diniego della 22enne, il nordafricano, che si era messo al volante della sua auto in pesante stato di ebbrezza, era andato su tutte le furie. Fuori di sé, lo straniero aveva picchiato con calci, pugni e schiaffi la povera 22enne. Poi – non contento di quel che aveva fatto – aveva di nuovo caricato in auto la ragazza. E, dopo averla gettata in un campo alla periferia di Carate Brianza, l’aveva violentata.

Infine, dopo averla di nuovo rimessa sulla sua auto, aveva iniziato una folle corsa a tutta velocità, con la donna sul sedile in preda al panico. Un incubo che si era concluso solo quando l’auto era andata a sbattere contro un’altra auto che stava sopraggiungendo.

Giovedì  i giudici del Tribunale di Monza hanno condannato il violento marocchino a quattro anni e otto mesi di reclusione per stupro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carate, stuprata e picchiata per aver chiesto un passaggio: 4 anni

MonzaToday è in caricamento